Il gruppo "Agrigento punto e a capo" sollecita il presidente D'Orsi

Stampa

Il gruppo "Agrigento punto e a capo, sorto sul social network Facebook torna a sollecitare l'intervento del presidente della provincia regionale, Eugenio D'Orsi, sulla questione dell'isituto Ipia "Enrico Fermi" di Agrigento e sull'aumento delle tariffe assicurative. Di seguito il testo della lettera:

Presidente D’Orsi, siamo qui a sollecitare la Sua attenzione su due cose;

 IPIA “Enrico Fermi” di Agrigento

La più celere realizzazione dei lavori da effettuarsi nella Scuola di Formazione ASI affinchè sia possibile consegnarla alla Scuola IPIA già a Gennaio. Studenti, professori, personale amministrativo/ ATA e genitori hanno già sofferto abbastanza per la frammentazione dell’Istituto e i turni pomeridiani;  quanto ancora manca alla loro sistemazione, deve essere fatto il più celermente possibile e ricorrendo a tutti i meccanismi amministrativi e gestionali che possano assicurare gli stretti tempi tecnici necessari. 

L’orario pomeridiano è statisticamente quello che più aumenta il tasso di assenze anche per i fattori climatici all’approssimarsi dei mesi più freddi dell’anno e noi vorremmo, sicuramente anche Lei lo vuole, che nessuno studente debba superare il numero di assenze necessario alla validazione dell’anno scolastico, parafrasando il titolo del bel film di Zhang Yimou, ci rivolgiamo a Lei in quanto Presidente ma ancor più in quanto Preside, raccomandandole che “Non uno di meno” dei nostri ragazzi che sono rimasti iscritti all’IPIA consegua positivamente il risultato scolastico quest’anno. 

Esamini la eventualità di creare uno staff tecnico-amministrativo di dipendenti in grado di provvedere a quanto necessario: dai lavori edili in senso stretto alle utenze e agli allacci, al primo avviamento dell’impianto di riscaldamento e quant’altro necessario. 

Dimostri ai diretti interessati e alla Città tutta, che il Pubblico sa funzionare ad Agrigento come funziona a Milano con l’impegno e l’impiego di mezzi e personale più adeguato allo scopo. Difficilmente i giovani potranno accettare di ritrovarsi nuovamente nella presente situazione al rientro dalle vacanze di Natale e altrettanto difficilmente qualcuno potrà dare loro torto. Negli uffici del resto, come pure per le imprese edili le vacanze sono solo quelle dei giorni rossi di calendario, Presidente faccia in modo che siano tutti giorni operosi ed utili a portare a compimento quanto iniziato. La ringraziamo e confidiamo in Lei.

 Tariffa RCA

Viviamo la Città ogni giorno e ogni giorno ne raccogliamo gli umori e le insoddisfazioni, gli echi spesso ci giungono anche da altri centri della Provincia. La gente non comprende la replica dell’aumento secco di 2,5 punti dell’RCA nella nostra provincia. La preghiamo, bilancio di previsione alla mano, di spiegare che questo ulteriore balzello, che viene a gravare indistintamente su tutti gli utenti della strada (quindi anche su chi lavora/trasporta) è utile e necessario. 

Dica a quali investimenti nella sicurezza e percorribilità stradale è destinato, la democrazia diventa realtà positiva quando è partecipata e le scelte sono condivise, ci dia modo di condividere le ragioni di questa ulteriore tassa che giunge in un momento in cui alla nostra economia asfittica si aggiunge un gradiente negativo ulteriore dovuto alla crisi ed alle manovre del Governo nazionale.
La ringraziamo di quanto vorrà fare per concorrere a costruire un nuovo rapporto tra Cittadini e Istituzioni che faccia argine alla disaffezione, all’astensionismo ed alla cosiddetta antipolitica.