Comitato San Leone: "ripristinare decoro della zona"

Stampa

Dal Comitato di San Leone riceviamo e pubblichiamo la seguente nota che si riporta integralmente.
Gentile Signor Sindaco,

Desideriamo rappresentarLe, laddove fosse ancora necessario, il grave stato di degrado in cui versa il quartiere di San Leone e chiederLe interventi urgenti ed incisivi per ripristinare lo stato di decoro della zona.

L’abbandono è ormai gravissimo a partire dalla vegetazione (ormai simile a quella della foresta selvaggia), continuando con le pavimentazioni sconnesse e pericolose fino alle mille criticità sotto gli occhi di tutti.

Crediamo che un’amministrazione illuminata debba avere una sua “vision” di San Leone e della zona sud della città.

In quest’ottica è necessario che il Comune di Agrigento si adoperi per realizzare un ampio progetto di riqualificazione e che agisca nei confronti degli altri Enti (Demanio e Girgenti Acque in primis) perché ognuno di questi vi concorra per quanto di propria competenza.

Solo a titolo esemplificativo, vogliamo ricordarLe che il porticciolo turistico di San Leone, che ancora oggi risente delle mareggiate di tre anni addietro, appartiene al Demanio Marittimo che avrebbe l’obbligo di ripristinarlo.

Inoltre, la presente lettera è per richiedere a codesta Amministrazione di volere predisporre una squadra di minuto mantenimento permanentemente destinata al quartiere che faccia sì che mai più si possa giungere al livello di degrado odierno.

Infine, consci che anche i cittadini hanno un importante ruolo nel miglioramento della qualità della vita del territorio nel quale vivono, Le chiediamo di porre in essere strategie che mirino a creare una sinergia fra pubblico e privato ed a sensibilizzare la Polizia Municipale affinché sui temi della civiltà e del decoro urbano faccia opera di prevenzione e poi, ove necessario, di repressione.

Certi che un appello così importante non potrà cadere nel vuoto, le porgiamo i nostri più cordiali saluti.