Morto rapper mentre gira videoclip su ala di aereo in alta quota

Stampa

Avrebbe dovuto rappare sulle note della sua nuova canzone mentre camminava sull’ala di un aereo in volo, ma qualcosa è andato storto. È morto così a 34 anni il rapper canadese Jon James.Per girare quella scena da inserire nel videoclip del suo ultimo brano, James si era preparato intensamente ma una volta in volo è successo l’imprevedibile.

 

Secondo quanto ricostruito dal suo management in un comunicato stampa, il rapper era su un piccolo Cessna nella città canadese di Vernon e stava camminando sull’ala dell’aereo, quando all’improvviso il velivolo si è sbilanciato e ha iniziato a precipitare in una spirale discendente che il pilota non è riuscito a correggere. Lui ha perso l’equilibrio ed è caduto giù senza avere il tempo di aprire il paracadute, schiantandosi a terra. Per lui non c’è stato niente da fare. Si è salvato invece il pilota dell’aereo, che è riuscito ad atterrare.

Erano mesi che James si preparava per questa esibizione acrobatica e aveva pubblicato i video delle prove sul suo profilo Instagram. Non solo, non era certo la prima volta che Jon James girava scene super adrenaliniche ad alta quota: già nel video del singolo “Hello”, girato nel 2015, si vede il rapper sospeso nei cieli.

GUARDA IL VIDEO

Visualizza questo post su Instagram

Any day spent with @BushyWayne is bound to be lit af

tratto dal fattoquotidiano.it