L'Altra Agrigento online

Blog di informazione libera e apartitica

Thursday, Sep 19th

Ultimo aggiornamento:09:00:00 PM GMT

Tu sei qui: APPROFONDIMENTI

APPROFONDIMENTI

Mafia ad Agrigento: quarantanove fermati, molti gli agrigentini (LE FOTO)

Maxi operazione anti mafia nella notte nell'Agrigentino: la polizia ha eseguito quarantanove fermi su disposizione dei pm della Dda Vittorio Teresi, Emanuele Ravaglioli e Rita Fulantelli. Il gruppo aveva una larga disponibilità di armi e secondo gli investigatori aveva stretti rapporti con il boss latitante Matteo Messina Denaro. Gli indagati sono accusati a vario titolo di associazione mafiosa, estorsione e detenzione di armi.

Aumento costo dell'acqua ad Agrigento, ecco uno studio approfondito

Maxi inchiesta sul costo dell'acqua ad Agrigento in un documento che ci è pervenuto in redazione. Secondo lo studio sarebbero elevatissime, in special modo per chi ha la seconda casa, le spese dell'acqua nelle zone servite da Girgenti Acque. Una elaborata ricerca a cura dell'Italia dei Valori di Agrigento ha evidenziato "l'aumento spropositato del prezioso liquido nella città più povera d'Italia per reddito pro-capite".

Asi, Catuara: "abbiamo querelato il commissario Cicero"

"Per opportuna informazione si rende noto che L’ex presidente del consorzio per l’areaa di sviluppo industriale, Avv. Stefano Catuara ed i componenti del comitato direttivo Asi Agrigento, dott Aldo Piscopo, sigg. Cani Giovanni, Filippo  Panarisi, Manganella Giovanni, Ganci Salvatore, per la tutela della verità e della reputazione e dell’immagine in data 23 giugno 2012 hanno  presentato l’atto di querela innanzi alla Procura della Repubblica del Tribunale di Agrigento nei confronti del commissario liquidatore dell’Asi di Agrigento Sig. Alfonso Cicero  per le affermazioni contenute nei comunicati stampa diffuse da quest’ultimo, pubblicati da  diversi  quotidiani  anche  on line".

Nuove tariffe idriche, acqua carissima: "grave errore dell'Ato e dei Sindaci"

Il nuovo piano tariffario è stato approvato. Il commissario ad acta, dott. G. Taverna, ha onorato il suo mandato ed entro i fatidici 30 giorni ha approvato quanto richiestogli dal presidente dell’ATO Idrico Eugenio D’Orsi per il nuovo piano tariffario.

Se la sinistra avesse le palle, l'Italia avrebbe un Governo degno

Pubblichiamo di seguito un articolo a firma Agostino Spataro dal titolo "Se la sinistra avesse le palle, l'Italia avrebbe un Governo degno".

"Restituire agli elettori il diritto di voto di preferenza" di Agostino Spataro

1… Credo si possa affermare, anche alla luce degli ultimi avvenimenti, che la causa principale dell’attuale deriva politica e parlamentare risieda nella vigente legge elettorale per il rinnovo del Parlamento (la n. 270 del 2005) meglio nota come “porcellum” o “porcata” come l’ha definita il suo proponente on. Calderoli, ministro della Lega di Bossi nel governo Berlusconi.

ASI, il commissario sospende tre dirigenti per gravi illeciti: ecco i nomi

"In data odierna questa Gestione Commissariale ha provveduto a sospendere dal servizio i tre dirigenti del Consorzio Asi di Agrigento, Antonino Casesa (ex direttore generale), Salvatore Callari (dirigente responsabile dell'area tecnica), Rosario Gibilaro (dirigente responsabile dell'unità contabile). I suddetti dirigenti hanno commesso gravi illeciti disciplinari e si sono resi responsabili, ognuno per le rispettive competenze, di ripetute violazioni che hanno danneggiato sotto diversi profili sia l'Ente nel suo complesso che l'erario". Durissimo intervento del commissario ASI, l'area di Sviluppo Industriale Alfonso Cicero sulla questione dei dirigenti che sono stati sospesi dall'attuale reggente dell'ente, si legge per "gravi illeciti".

Miccichè, Sel: "il Comune è fallito, intervenga Corte dei Conti"

"Il Comune è fallito,  il direttore finanziario dell’Ente  ritarda ad avviare il provvedimento di riequilibrio di bilancio e il sindaco Zambuto minaccia il dirigente comunale che fa il suo dovere.  Intervenga la Corte dei Conti". Così attraverso una nota stampa è intervenuto il segretario provinciale di Sel, Sinistra e Libertà, Lillo Miccichè.

Alfano: "dichiarazioni sindaco di Trapani inqualificabili"

“Dire di fronte ad una platea di ragazzi che non bisogna parlare di mafia è un gesto irresponsabile e inqualificabile. A maggior ragione se a farlo è il sindaco di una città che porta ancora i segni della violenza mafiosa e nei dintorni della quale molto probabilmente latita il superboss Matteo Messina Denaro. Ancor più grave è che a farlo sia un ex generale dei Carabinieri”.

Terremoti, Agrigento: ecco le zone a rischio

Nessuna paura, niente timori. Sarebbero infondate le "previsioni" del flagello spaventoso di un terremoto che dovrebbe colpire la Sicilia nei prossimi giorni.

Fermate la costruzione del rigassificatore, appello al ministro dei Beni Culturali

Revocare il parere favorevole del Mibac alla costruzione del rigassificatore di Porto Empedocle (Agrigento), a ridosso della Valle dei Templi. Lo chiede al ministro dei Beni Culturali, Lorenzo Ornaghi, il presidente dell´Associazione ´Salviamo la Valle dei Templi´, Gaetano Gaziano, in una lettera aperta dove invita in sostanza Ornaghi a schierarsi nella vicenda con la stessa fermezza messa in campo contro la discarica a Corcolle, a ridosso di Villa Adriana, posto che entrambi i siti appartengono al Patrimonio dell´Umanità riconosciuto dall´Unesco.

Cutrò denuncia l'assenza di onorevoli e senatori agrigentini: "Dove siete?"

"Lancio un appello ai Direttori Generali degli Enti coinvolti nella vicenda che mi riguarda affinchè si affrettino a trovare una soluzione ed a rilasciarmi il Documento Unico di Regolarità Contabile".

800mila euro per Museo empedoclino con i soldi del rigassificatore. Chiesti chiarimenti

L’associazione culturale SicilStoria di Porto Empedocle, manifesta forti perplessità in merito ai contenuti ed ai piani scientifici del futuro “Museo del mare e del territorio costiero” che verrà realizzato nei prossimi tempi, presso la restaurata torre di Carlo V.

Pagina 8 di 58