L'Altra Agrigento online

Blog di informazione libera e apartitica

Tuesday, Sep 17th

Ultimo aggiornamento:09:00:00 PM GMT

Tu sei qui: APPROFONDIMENTI

APPROFONDIMENTI

"I segreti dell'acqua ad Agrigento", indagine di una associazione agrigentina

Riceviamo e pubblichiamo una lettera dell'associazione Agrigento Punto e a Capo sulla questione caro bollette idriche ad Agrigento e provincia.

Nasce il comitato NO MUOS ad Agrigento

E' stato presentato oggi pomeriggio alle 17:00 presso il Centro Culturale P.P Pasolini della Via Atenea, il Comitato NO MUOS che nasce anche ad Agrigento per meglio sensibilizzare i cittadini, dai più piccoli ai più grandi, sui pericoli e gli effetti che il “mostro” di Niscemi di proprietà U.S.A. causerebbe ad una vasta maggioranza della popolazione siciliana.

“Lotta alla mafia – la ricerca dei latitanti”. Incontro-dibattito ad Agrigento il 20 dicembre

Si terrà ad Agrigento il prossimo 20 dicembre alle ore 17.00, presso la sala Giambecchina del Palazzo dei Filippini di Agrigento un incontro dibattito dal titolo “ Lotta alla mafia – la ricerca dei latitanti”.

Movimento 5 Stelle: "Ato e Sovrintendenza non rispettano legge"

Dal "Movimento 5 stelle meet up Agrigento" riceviamo e pubblichiamo la seguente nota che si riporta integralmente:

Rigassificatore di Porto Empedocle. Ancora impedimenti per la realizzazione

L’Autorità italiana per l’Energia e il Gas con delibera n.451 del 31.10.2012 ha sospeso gli aiuti di Stato alle aziende che costruiscono e gestiscono i rigassificatori. Gli aiuti, che tecnicamente vengono definiti “fattore di Garanzia (FG)”, erano stati concessi dalla predetta Autorità con la precedente delibera n.178 del 2005, che prevedeva il pagamento alle aziende gasiere del 71% dei ricavi di riferimento (mediamente 3 miliardi di euro l’anno) per 20 anni anche se non avessero prodotto un solo metro cubo di gas.

Stucchi di Santo Spirito. C'è un progetto già redatto, cosa si aspetta a renderlo esecutivo?

Torniamo a scrivere sugli stucchi serpottiani di Santo Spirito.

Pistone, Pd: "abbandono stucchi Serpotta specchio della città"

"Le drammatiche condizioni in cui versano la chiesa di Santo Spirito ed il suo Monastero necessitano alcune considerazioni, accompagnate da alcune proposte in termini di interventi e soluzioni possibili". A parlare è il segretario del Circolo Agrigento Centro del Partito Democratico, Domenico Pistone.

Vogliono chiudere la catturandi di Palermo e nessuno ne parla

La “squadra catturandi" di Palermo sta per essere smantellata, chiusa e nessuno ne parla. I giornali non scrivono, le tv non tacciono ed silenzio uccide due volte.

Il mistero dei cannocchiali nella Valle dei templi, della società e dell'ingegnere che li ha fatti acquistare

Nella Valle dei Templi di Agrigento i cannocchiali Focus non funzionano da anni!! Sono costati 500 mila euro di soldi pubblici e nessuno, lo ripetiamo nessuno, ha provveduto a ripararli per renderli fruibili.

Nella Valle dei Templi 500 mila euro di cannocchiali rotti e Santo Spirito attende...

Il sovrintendente ai beni culturali di Agrigento, Pietro Meli, da noi intervistato sulla vicenda del degrado del monastero di Santo Spirito dichiara: "i nostri uffici stanno predisponendo un progetto per contrastare l´umidità in risalita con delle macchine che già abbiamo utilizzato con successo in altre chiese.

Salviamo Santo Spirito: neppure una mozione in consiglio comunale. Vergognoso silenzio

E´ davvero incredibile l´assordante silenzio dei nostri consiglieri, assessori, amministratori vari, parlamentari agrigentini, autorità ecclesiastiche, intorno alla sorte del Monastero di Santo Spirito. In consiglio comunale si discute ( per carità, molto giustamente) dei cani domestici da seppellire, ma non si dedica una sola mozione sulla condizione della Chiesa, del monastero di Santo Spirito e delle opere del Serpotta.

Le spoglie del soldato Fraterrì ritrovate grazie all'Altra Agrigento (VIDEO)

Grande emozione a Casteltermini per il ritorno delle spoglie del soldato Ignazio Fraterrì, deceduto in guerra ed esattamente a Gorlitz in Polonia l'undici maggio del 1944 e sepolto a Bielany nel cimitero Militare italiano d'onore.

Beni confiscati all'imprenditore Giuseppe Capizzi

Beni per un valore di oltre 1,2 milioni di euro sono stati confiscati dalla Direzione investigativa antimafia di Agrigento all'imprenditore Giuseppe Capizzi, 46 anni, ritenuto dagli inquirenti un esponente di spicco di Cosa nostra nella provincia agrigentina e detenuto per una condanna definitiva. 

Pagina 2 di 58