L'Altra Agrigento online

Blog di informazione libera e apartitica

Saturday, Mar 23rd

Ultimo aggiornamento:08:02:33 AM GMT

Tu sei qui: APPROFONDIMENTI INCHIESTE

INCHIESTE

Regione Siciliana: stabilizzazione per 124 dipendenti senza concorso, tra gli assunti il figlio del presidente D'Orsi. Alla faccia della legge Brunetta

E' in arrivo una stabilizzazione per 124 dipendenti di "Sicilia e-servizi", una società a maggioranza regionale che si occupa di informatizzazione. Ma avete idea di chi siano questi dipendenti che verranno assunti a tempo indeterminato dalla Regione? "La Repubblica" di ieri in un articolo firmato da Emanuele Lauria ci ha chiarito le idee.

Ancora veleni al Comune di Agrigento... e intanto arriva Striscia la Notizia

Ancora veleni e tensioni al palazzo di città. Non sono solo le vicende Callari, Tetris e Accademia di Studi Mediterranei a mettere in ansia gli amministratori, oggi si è aggiunto un altro caso scatenato dalle dichiarazioni dell'imprenditore Giuseppe Burgio che nel corso di una testimonianza ad un processo ha raccontato di presunte irregolarità delle autorizzazioni per la realizzazione di due centri commerciali (Villaggio Mosè e Villaseta) perpetrate dall'assessore comunale allo Sviluppo Economico Angelo La Rosa.

Abolizione vitalizio: destra, centro e sinistra votano no ad una proposta dell'Idv. Il voto dei deputati agrigentini

Interessante approfondimento del "Fatto Quotidiano" che qualche giorno fa ha elencato i deputati che lo scorso 23 ottobre 2010 hanno votato una proposta dell'onorevole Antonio Borghesi di Italia dei Valori: soppressione immediata di ogni forma di assegno vitalizio per i deputati in carica e per quelli cessati dal mandato parlamentare e, contestualmente, ha chiesto ai deputati di comunicare all’amministrazione della Camera l’ente o l’istituto di previdenza al quale devono essere trasferiti i contributi da loro versati per l’erogazione dell’assegno vitalizio.

Favara e rifiuti nucleari, troppi morti sospette

Ce ne siamo occupati più volte nel corso di questi ultimi mesi nella nostra rivista cartacea ma ora la situazione a Favara sembra stia precipitando in un vortice di indifferenza da parte delle istituzioni. Stiamo parlando del sempre più incessante e continuo ammalarsi di tumore nella città di Favara dove sembrano aumentare a dismisura i malati del "male del secolo".  A distanza di mesi, ripubblichiamo in proposito una lettera di protesta di alcuni giovani favaresi che segnalarono il loro malessere attraverso questo messaggio che in queste ore è stato nuovamente recapitato a tutte le redazioni giornalistiche della provincia.

Siti di informazione ad Agrigento, reali dati di accesso e "correzioni"

Subito dopo la pubblicazione di un nostro articolo sul boom dei siti di informazione nella nostra città siamo stati contattati più volte dai diretti interessati che hanno voluto comunicare i dati reali di accesso dei loro giornali online, che a loro dire, sarebbero molto distanti dai dati da noi pubblicati.

Boom di siti di informazione online ad Agrigento, perchè? Lo abbiamo chiesto al noto sociologo Francesco Pira

La storia dell'informazione via internet in provincia di Agrigento parte dal lontano 2002 quando un editore agrigentino, Giuseppe Deni, comprese per primo la lacuna informativa, la mancanza di informazione locale nella Rete.

Eas e Comune di Sciacca: Massinelli (quello dell'aeroporto di Racalmuto) contestato da L'Altra Sciacca

Continua la protesta serrata dell'associazione L'Altra Sciacca che sollecita il comune saccense a recuperare un credito vantato dall'Eas di ben tre milioni e mezzo di euro che rischia di perdersi per negligenza. L'associazione contesta non solo la posizione degli amministratori locali che non hanno ottemperato alla legittima richiesta di restituzione dei soldi (ben 3,5 milioni di euro) ma anche quella del commissario liquidatore della stessa Eas, Marcello Massinelli, che altri non è che l'ex presidente dell'AAVT di Agrigento, la Agrigento Aeroporto Valle dei Templi, colui che insieme all'ex presidente della provincia regionale Vincenzo Fontana promise per anni agli agrigentini la costruzione di una struttura che è rimasta nel cassetto dei sogni nonostante gli sforzi, finora rivelatisi sterili, dell'attuale presidente D'Orsi.

Intercettazioni e Cosentino, nell'Udc otto assenti al momento del voto. Molti i siciliani, ecco i nomi

Nicola Cosentino, il coordinatore del Popolo delle Libertà in Campania, è stato "salvato" alla Camera dei Deputati dalla richiesta dei giudici di fare uso delle intercettazioni nei suoi confronti per una indagine. Il sito Open Polis ha oggi pubblicato l'elenco completo e verificato chi era assente il giorno del voto.

Giornale di Catania scopre presunto inganno di Raffaele Lombardo

Esordio col botto per il quindicinale "Sud", distribuito gratuitamente in 20 mila copie nella zona di Catania, che nel primo numero, pubblicato nel settembre scorso, scopre e pubblica un presunto inganno che vede come protagonista il presidente della Regione Raffaele Lombardo.

Centrale biomasse a Ribera, 10 domande per fare chiarezza

L’Associazione “S.O.S Democrazia” ritiene indispensabile che si apra un dibattito pubblico in relazione alla possibile costruzione sul territorio riberese di una centrale elettrica alimentata da biomasse liquide. La portata della questione merita che vengano fornite informazioni approfondite ed adeguate alla popolazione sui costi ed i benefici che la realizzazione dell’opera apporterà alla collettività. A questo fine l’Associazione “S.O.S Democrazia” ha deciso di porre alcune domande al responsabile della ditta “Carmelo Palermo Olii s.r.l.” affinché si faccia chiarezza sulla vicenda.

Massoneria nella sanità siciliana, la CGIL sollecita il Governo Regionale

Fuori la massoneria dalla sanità. L’assessore regionale Massimo Russo  deve rendere pubblici i nomi di chi fa parte di logge massoniche e riveste, nello stesso tempo, ruoli dirigenziali nel sistema sanitario regionale”. Lo dicono i rappresentanti di Fp Cgil Michele Palazzotto e di Fp Cgil medici Renato Costa che oggi hanno indetto una conferenza stampa su "Il peso della massoneria nella sanita’ siciliana"dopo le denunce fatte dal direttore del Policlinico di Messina Giuseppe Pecoraro.

Pagina 8 di 13