L'Altra Agrigento online

Blog di informazione libera e apartitica

Wednesday, Jan 23rd

Ultimo aggiornamento:06:35:22 AM GMT

Tu sei qui: APPROFONDIMENTI MAFIA

MAFIA

Anniversario strage via d'Amelio, Alfano: "Borsellino sapeva della trattativa"

E-mail Stampa PDF

"Abbiamo sempre avuto la consapevolezza storica che la strage di Via D'Amelio non fosse stata voluta soltanto dalla mafia. Oggi abbiamo però anche il conforto istituzionale di quei magistrati che stanno lavorando per ristabilire una verità giudiziaria su una delle pagine più buie della nostra Repubblica. Lo ha detto il Presidente dell'Associazione Nazionale Familiari Vittime di Mafia ed europarlamentare Sonia Alfano, in occasione del diciannovesimo anniversario della strage di Via d'Amelio in cui morirono il giudice Borsellino e gli agenti della sua scorta Agostino Catalano, Emanuela Loi, Vincenzo Li Muli, Walter Eddie Cosina e Claudio Traina.

Mafia, arrestati 10 fiancheggiatori del boss Falsone. Avviso di garanzia per l'avvocato Gaziano

E-mail Stampa PDF

Operazione antimafia della squadra mobile di Agrigento. Questa mattina sono stati arrestati 10 fiancheggiatori dell'ex numero uno di cosa nostra Giuseppe Falsone, preso dopo 11 anni di latitanza a Marsiglia a giugno dell'anno scorso.

Mafia, rinvio a giudizio per deputato regionale. Oggi tocca a Franco Mineo di Forza del Sud

E-mail Stampa PDF

Il giudice per l'udienza preliminare, Marina Petruzzella, ha rinviato a giudizio il deputato regionale di Forza del Sud, Franco Mineo. È imputato di intestazione fittizia di beni e malversazione. Un altro deputato regionale si aggiunge alla lunga, orripilante e preoccupante lista degli indagati dell'Assemblea Regionale, così dopo il recente arresto di Cateno De Luca di Sicilia Vera arriva il rinvio a giudizio per il politico palermitano.

Arrestato Gaetano Riina, fratello di Totò. De Francisci: "intercettazioni necessarie"

E-mail Stampa PDF

"Gran parte del materiale probatorio che ha portato agli arresti di oggi è stato tenuto grazie alle intercettazioni e alle videoriprese, che sono molto costose. Ma temiamo che i tagli complessivi possano investire anche queste spese. Ma pensiamo anche che sono spese necessarie i cui effetti vanno visti a lungo termine. Una Sicilia senza mafia è una Sicilia che produce". Lo ha detto il procuratore aggiunto di Palermo Ignazio De Francisci, intervenendo alla conferenza stampa per l'arresto di Gaetano Riina fratello del boss Totò Riina e di altre tre persone.

"Uccidimi Infurna, voglio fare il deputato regionale". Agghiacciante racconto del pentito Di Gati

E-mail Stampa PDF

Incredibilmente interessante quello che è trapelato dall'ultimo interrogatorio del pentito di mafia, Maurizio Di Gati. Un politico grottese, Salvatore Caltagirone (nella foto), avrebbe chiesto di eliminare un avversario politico che aveva vinto le elezioni, per ottenere un posto nel parlamento regionale.

Avviso di garanzia per il sindaco di Racalmuto, Petrotto: favoreggiamento mafioso

E-mail Stampa PDF

Un avviso di garanzia e' stato notificato al sindaco di Racalmuto (Agrigento), Salvatore Petrotto, che ha rimesso il suo mandato a disposizione dei capigruppo consiliari.

Strage circonvallazione, Alfano: "quattro innocenti morti per uccidere un mafioso"

E-mail Stampa PDF

“Sterminare quattro innocenti per uccidere un mafioso rivale è un’azione che solo un boss sanguinario come Benedetto Santapaola poteva concepire e portare a compimento. Oggi con commozione ricordo quelle quattro persone che in Viale Regione Siciliana persero la vita sol perchè stavano traducendo in carcere il boss catenese Alfio Ferlito. Il mio affetto va alle famiglie dell’appuntato Silvano Franzolin, del carabiniere Luigi Di Barca, del carabiniere Salvatore Raiti e dell’autista giudiziario Giuseppe Di Lavore”. Così Sonia Alfano, parlamentare europeo e presidente dell’associazione nazionale Familiari Vittime di Mafia ha voluto ricordare le vittime innocenti della “Strage della Circonvallazione”, avvenuta il 16 giugno 1982 in Viale della Regione Siciliana, a Palermo, altezza del civico 9201.

Intreccio Mafia-Massoneria deviata dietro la morte del giornalista Rostagno

E-mail Stampa PDF

E' un'udienza a tratti surreale quella che si è tenuta mercoledì 15 giugno. Nell'aula bunker “Giovanni Falcone” del palazzo di giustizia di Trapani la vedova di Mauro Rostagno, Chicca Roveri, siede a un paio di metri dall'assassino del padre di sua figlia Maddalena. Chiuso dentro la gabbia il mafioso Vito Mazzara osserva i movimenti tuttintorno.

Mafia, Alfano su Saverio Romano: "non può essere ministro"

E-mail Stampa PDF

Proprio all’indomani delle conclusioni del pm Di Matteo, che per Romano ha chiesto l’archiviazione dell’indagine per concorso esterno in associazione mafiosa, specificando però di aver ravvisato ‘un quadro preoccupante di evidente contiguità con le famiglie mafiose’, apprendo che nel comune roccaforte elettorale del Ministro e della sua famiglia regnano l’abusivismo e i condizionamenti mafiosi. Considerato che il sindaco del paese è lo zio del Ministro e che il palazzo abusivo che stava sorgendo di fronte al Municipio è opera del padre dello stesso Ministro, c’è da sperare che la richiesta di scioglimento arrivi in Consiglio dei Ministri e che Romano non faccia più parte dello stesso perchè dimesso”. Lo ha detto l’europarlamentare siciliana Sonia Alfano (IdV), commentando la notizia della richiesta di scioglimento del Comune di Belmonte Mezzagno (PA), seguito ad un accesso ispettivo scaturito dalle carte dell'operazione "Perseo". Il nome di Saverio Romano, allora segretario regionale dell’Udc, venne fuori dalle intercettazioni di un emissario di Cosa Nostra.

Codice Antimafia, intervento di Sonia Alfano

E-mail Stampa PDF

“Faccio presente al Ministro Alfano, neo prestanome di Berlusconi ai vertici del PdL, che può lasciare il Ministero della Giustizia anche oggi stesso. E' superfluo che si trattenga al Governo con la scusa abborracciata del ‘codice antimafia’ di cui ogni tanto straparla senza sapere. So che al Ministero è stata informalmente ricevuta la mia relazione per il contrasto al crimine organizzato nell'UE e magari il ministro berlusconian-manniniano ne vorrebbe fare una copia sbiadita e depotenziata”. Lo ha detto l’europarlamentare di Italia dei Valori e responsabile nazionale del Dipartimento Antimafia del partito, Sonia Alfano, replicando alle dichiarazioni del Ministro della Giustizia Angelino Alfano.

Arnone: "L'ex assessore Falzone è il nipote del capomafia Russello"

E-mail Stampa PDF

“Credo che gli agrigentini possano essere orgogliosi del mio operato e valutare, di contro, chi debba realmente vergognarsi per aver favorito interessi non limpidi. Interessi, per riprendere le parole utilizzate nel capo di imputazione, collegati a consorterie mafiose". Così risponde il consigliere comunale Giuseppe Arnone alle accuse e alla querela avanzata dall'ex assessore comunale Falzone che chiede un risarcimento di un milione di euro all'avvocato agrigentino.

Pagina 5 di 17