L'Altra Agrigento online

Blog di informazione libera e apartitica

Wednesday, Jan 23rd

Ultimo aggiornamento:06:35:22 AM GMT

Tu sei qui: APPROFONDIMENTI MAFIA

MAFIA

Il testimone di giustizia Ignazio Cutrò: "ero senza scorta a Crotone"

E-mail Stampa PDF

“Per una settimana sono rimasto in Calabria senza scorta e senza alcuna protezione, alla mercé di malintenzionati che avrebbero potuto agevolmente far male a me e ai miei familiari”. Con questa frase shock inizia il lungo racconto della vacanza che la settimana scorsa il testimone di giustizia Ignazio Cutrò aveva regalato alla famiglia dopo anni di paura e tensione, e che in breve si è trasformata in un incubo che ora Cutrò denuncia con forza.

Alfano: "Governo sferra batosta a Dia, un modello per altri Stati"

E-mail Stampa PDF

“Il Governo italiano, in nome della ‘spending review’, è disposto a sferrare la batosta finale all’Antimafia? E’ quello che sta facendo tagliando in modo scriteriato i fondi al personale della Direzione Investigativa Antimafia e proseguendo un generale progetto di smantellamento che va avanti da diversi anni.

Mafia, Alfano ricorda l'imprenditore Iannì e il maresciallo Di Bona

E-mail Stampa PDF

“Carmelo Iannì era un albergatore palermitano che venne ucciso per avere dato alla polizia la possibilità di infiltrarsi nel suo albergo per indagare su un gruppo di chimici marsigliesi, poi arrestati, venuti in Sicilia per insegnare ai boss il metodo di raffinazione dell’eroina. Stare dalla parte giusta, negli anni ‘80, significava morire".

Mafia, a settembre libro Borsellino su vera storia Capitano Ultimo

E-mail Stampa PDF

“Apprendo che a metà settembre la casa editrice Aliberti pubblicherà il libro di Benny Calasanzio Borsellino sulla vera storia di Sergio De Caprio, dal titolo ‘Capitano Ultimo. Il vero volto dell’uomo che arrestò Totò Riina’. Finalmente gli italiani, in contemporanea con la fiction agiografica targata Mediaset, potranno sapere chi davvero sia il fumettistico Capitano Ultimo, lontanissimo dall’eroe impersonato da Raoul Bova e, piuttosto, protagonista di episodi agghiaccianti della nostra storia recente: episodi collegati a doppio filo alla trattativa Stato-Mafia, come per esempio la mancata perquisizione del covo di Totò Riina dopo il suo arresto e di accuse vergognose ai danni, oltre che della sottoscritta, dei magistrati Alfonso Sabella e Antonio Ingroia”.

Presunto patto Stato-Mafia, le considerazioni di Aldo Mucci

E-mail Stampa PDF

In un momento economico particolare del nostro Paese,si assiste al duro scontro tra magistratura e politica.

Nulla di cui pentirmi, mafia e amore: la storia di Benedetta Bono

E-mail Stampa PDF

Il tempo spesso cancella le ferite ed il passato e, spesso, fa cedere nell’oblio fatti e persone che hanno profondamente segnato la storia della lotta alla mafia, storie di coraggio, di paura e di solitudine, storie sbiadite dal tempo e dimenticate da molti, storie che sembrano essere scritte sulla sabbia e per questo troppo presto cancellate.

Colloqui in carcere con boss, Sonia Alfano: "lo dovrebbero fare tutti. Rinuncio alla scorta"

E-mail Stampa PDF

“La sortita del giornalista Bianconi di oggi rappresenta una grave rivelazione di segreto d’ufficio, evidentemente propagata da qualche apparato istituzionale. Auspichiamo che l’Autorità giudiziaria si attivi per risalire ai pubblici ufficiali che hanno fornito al giornalista del Corriere della Sera la notizia e il contenuto dei colloqui effettuati presso il carcere di Parma da me e dal sen. Beppe Lumia nell’esercizio delle nostre prerogative parlamentari con alcuni detenuti, tra i quali il boss Bernardo Provenzano. Vorremmo sapere qual è l’obiettivo di questa operazione, oltre a quello di mettere in pericolo le nostre vite. Forse l’obiettivo è quello di dire ai boss mafiosi, a partire da Provenzano, che non devono fidarsi dello Stato e che deve essere esclusa ogni ipotesi di collaborazione con la giustizia”?

Mannino: "Borsellino non sopportava foto di Che Guevara nella stanza di Ingroia"

E-mail Stampa PDF

Di seguito il resoconto stenografico dell'intervento odierno dell'onorevole Calogero Mannino alla Camera dei Deputati in Montecitorio. Mannino a proposito delle accuse indirizzate a suo carico da parte di alcuni pubblici ministeri della procura di Palermo, parla della presunta trattativa Stato-Mafia.

"Niente messa per il mafioso", l'arcivescovo Montenegro proibisce celebrazione per il boss morto ieri

E-mail Stampa PDF

Nella chiesa del Santissimo Crocifisso di Siculiana (Agrigento) era già tutto pronto per i funerali di Giuseppe Lo Mascolo, ultrasettantenne deceduto due giorni prima a causa di un ictus. Il parroco don Leopoldo Argento però ha dovuto fermare la funzione: niente esequie per Lo Mascolo, ma soltanto una preghiera e la benedizione della salma.

Bene confiscato a Naro. Don Ciotti: "nessun grazie, solo nostro dovere" (FOTO)

E-mail Stampa PDF

“Oggi la Mafia ha perso”. Non ha dubbi il presidente del Consorzio per la Legalità e lo Sviluppo Maria Grazia Brandara nel giorno della consegna alla cooperativa “Terre di Livatino” del bene in contrada Robadao a Naro.

Mafia ad Agrigento: quarantanove fermati, molti gli agrigentini (LE FOTO)

E-mail Stampa PDF

Maxi operazione anti mafia nella notte nell'Agrigentino: la polizia ha eseguito quarantanove fermi su disposizione dei pm della Dda Vittorio Teresi, Emanuele Ravaglioli e Rita Fulantelli. Il gruppo aveva una larga disponibilità di armi e secondo gli investigatori aveva stretti rapporti con il boss latitante Matteo Messina Denaro. Gli indagati sono accusati a vario titolo di associazione mafiosa, estorsione e detenzione di armi.

Pagina 2 di 17