L'Altra Agrigento online

Blog di informazione libera e apartitica

Thursday, Sep 19th

Ultimo aggiornamento:09:00:00 PM GMT

Tu sei qui: ECONOMIA ITALIA

ITALIA

Ribasso prezzi assicurazione, il Ministero si oppone, in Sicilia pagheremo di più?

E-mail Stampa PDF

Le speranze degli automobilisti siciliani o meridionali in genere che auspicavano il ribasso dei premi assicurativi nel sud Italia sono destinate a tramontare.  Il Ministero dello sviluppo economico ha infatti “reinterpretato” l’articolo del decreto liberalizzazioni che introduceva il concetto di tariffa unica, sostenendo la legittimità delle differenze di prezzo a seconda delle zone del Paese.

Caro bollette luce-acqua, Unione Consumatori: "ecco come risparmiare"

E-mail Stampa PDF

"Dopo la stangata di marzo", denuncia Manlio Cardella Presidente dell’Unione Nazionale Consumatori, "ecco quella di aprile su luce e gas. Infatti da  aprile, la bolletta della luce è più cara del 5,8% quella del gas aumenterà  dell’1,8% nel trimestre aprile-giugno".

Dieci passi per raggiungere “rifiuti zero”. Ecco La strategia vincente

E-mail Stampa PDF

La raccolta “porta a porta” è uno dei dieci passi per raggiungere l’obiettivo “rifiuti zero”. Lo ha detto il Prof. Paul Connett al convegno “I Comuni Zero rifiuti in Sicilia: buone pratiche per una gestione sostenibile dei rifiuti” che si è svolto sabato 24 marzo ad Alcamo (TP).

Precariato, le donne divorziate non hanno sostegno

E-mail Stampa PDF

Molte mamme divorziate e precarie per crescere un figlio si servono dei nonni. Viviamo in un Paese che non ha risorse a sostegno della maternità. Queste, costrette a spostarsi in tutta l’Italia per un lavoro precario, il più delle volte sono seguite dai nonni.

57 burocrati pubblici guadagnano più di 4000 precari: la lista

E-mail Stampa PDF

Le cose stanno così: mentre in Italia la disoccupazione galoppa e chi ha la “fortuna” di essere precario o pensionato al minimo fa i salti mortali per arrivare a 500 euro al mese (insomma quelli che Stracquadanio definisce gli “sfigati”), abbiamo in Italia qualche decina di alti burocrati, 57 per l’esattezza, che guadagnano ben più dei 305mila euro all’anno fissati come soglia limite dal governo Monti.

Equitalia: nulle le cartelle esattoriali e le multe inviate tramite posta raccomandata

E-mail Stampa PDF

Le cartelle esattoriali e le multe inviate tramite posta raccomandata da Equitalia sono da considerarsi nulle. I contribuenti non devono pagare le notifiche ricevute via posta. Il caso è tornato alla ribalta in seguito ad una nuova sentenza del giudice della Commissione Tributaria Provinciale di Milano.

Salviamo i poveri. Ammortizzatori sociali a tutti per rilanciare l'economia

E-mail Stampa PDF

Un sistema di ammortizzatori esteso a tutti rilancerebbe i consumi, aumenterebbe la fiducia e allenterebbe le tensioni sociali. Come? Attraverso un'indennità il cui costo andrebbe diviso tra Stato, imprese e contributi dei lavoratori. Sarebbe il modo migliore per uscire dall'emergenza.

900 milioni di rimborsi per canone Rai e dichiarazioni dei redditi

E-mail Stampa PDF

L'Agenzia delle entrate comunica che sono in arrivo per oltre 1 milione di contribuenti più di 900 mln di rimborsi, compresi quelli chiesti con le dichiarazioni dei redditi presentate nel 2010 e le restituzioni del canone Rai agli over75 (esenti). Il risultato complessivo 2011 mostra un aumento del 60% dei soggetti rimborsati rispetto al 2010.

Manovra Monti: Ecco cosa è cambiato per i cittadini dal primo gennaio 2012

E-mail Stampa PDF

Di seguito un piccolo vademecum sulle principali novità apportare dal Governo Monti dal primo gennaio 2012 e che interessano i cittadini italiani.

Attenzione ai libretti bancari o postali superiori ai mille euro

E-mail Stampa PDF

Il Governo Monti ha introdotto alcune nuove e fastidiose regole da rispettare entro il 31 marzo 2012. Dal primo gennaio, infatti, tutti i possessori di un libretto bancario o postale al portatore dovranno ridurne l’importo fino a un massimo di 1000 euro, oppure estinguerlo e trasformarlo, per esempio in un libretto nominativo. Entro il 31 marzo 2012 l'operazione non comporterà nessuna sanzione.

Addio all'albo dei pubblicisti. Il Governo Monti potrebbe abolirlo

E-mail Stampa PDF

Dal mese di agosto 2012 l’albo dei giornalisti pubblicisti potrebbe essere abolito. Lo stabilisce una norma contenuta nella “manovra Salva Italia” del governo Monti al capitolo “riforma degli ordini professionali“.

Pagina 3 di 11