L'Altra Agrigento online

Blog di informazione libera e apartitica

Monday, Apr 22nd

Ultimo aggiornamento:05:33:07 AM GMT

Tu sei qui: CRONACA LOCALE Arnone su vicenda Q8 Villaggio Peruzzo:"rinvio a giudizio per Di Francesco"

Arnone su vicenda Q8 Villaggio Peruzzo:"rinvio a giudizio per Di Francesco"

E-mail Stampa PDF

"I giornali di oggi hanno diffuso la notizia che la Procura della Repubblica di Agrigento, nella persona del PM Sciarretta, ha appena formulato la richiesta di rinvio a giudizio per gli illeciti, urbanistici ed altro, mediante i quali l’ingegnere Sebastiano Di Francesco ha autorizzato l’apertura di un distributore di benzina al Villaggio Peruzzo.
Come si ricorderà i fatti erano stati da me denunziati in Consiglio Comunale nonché in trasmissioni televisive e all’autorità giudiziaria. Adesso, quanto da me sostenuto, trova una prima conferma istituzionale.

Ciò che risulta incredibile è che malgrado gli accertamenti giudiziari non si ritenga di sequestrare e chiudere l’impianto illegale, consentendo il conseguimento degli scopi per cui si è commesso il crimine.

È come se, scoperta una casa di tolleranza che sfrutta minori si denunziassero i tenutari e si mantenessero le minori ad esercitare a beneficio dei denunziati l’attività di meretrice a pagamento.

O ancora, come se, scoperta una centrale di smercio di cocaina, si denunziano i trafficanti e li si mantiene li a vendere gli stupefacenti, cioè a realizzare i proventi dell’attività illecita.

Pirandello potrebbe scriverci una novella: così funziona ad Agrigento la legge penale, così è se vi pare". Lo ha dichiarato attraverso una nota stampa l'ex consigliere comunale Giuseppe Arnone.