L'Altra Agrigento online

Blog di informazione libera e apartitica

Monday, Jun 24th

Ultimo aggiornamento:05:33:07 AM GMT

Tu sei qui: APPROFONDIMENTI SPECIALI Divieto di balneazione a San Leone, bagnanti incuranti in acqua

Divieto di balneazione a San Leone, bagnanti incuranti in acqua

E-mail Stampa PDF

Divieto di balneazione nel mare di San Leone. Finalmente anche il Comune di Agrigento si è accorto della pericolosità del litorale sanleonino; i liquami che si stanno riversando sul lido agrigentino non lasciano spazio a dubbi: il mare è inquinato e deve essere vietata la balneazione.

San Leone, liquami in mare: il sindaco vieta la balneazione
Personale dell'Ufficio comunale, reparto sanità, dopo un sopralluogo ha comunicato che "si è verificato uno sversamento a mare di liquami della rete fognaria per il tramite di un collettore di acque bianche, sito nella zona del lido Aster ed un ulteriore sversamento di liquami da un pozzetto della rete fognaria ubicato all'altezza della traversa Mare Nostrum.

Tale divieto continuerà fino a quando la competente società di gestione del servizio idrico integrato avrà comunicato la ripristinata balneabilità del mare a seguito della conclusione degli interventi avviati. Pertanto, nelle more della conclusione dell’avviato intervento, a salvaguardia della salute pubblica, è stato adottato il provvedimento temporaneo di divieto di balneazione della citata zona di mare".

Secondo Girgenti Acque
a causare la perdita del tubo che avrebbe dovuto scaricare in alto mare i liquami sarebbe stato il malfunzionamento di una pompa che normalmente convoglia i reflui verso il pennello a mare dei Padri Vocazionisti.

Intanto alcuni bagnanti incuranti del divieto stamattina si sono riversati a mare a loro rischio e pericolo.

(foto tratte da Facebook)