L'Altra Agrigento online

Blog di informazione libera e apartitica

Sunday, Sep 15th

Ultimo aggiornamento:09:00:00 PM GMT

Tu sei qui: APPROFONDIMENTI SPECIALI L'avvocato Arnone revoca il difensore di fiducia: "mi autodifendo"

L'avvocato Arnone revoca il difensore di fiducia: "mi autodifendo"

E-mail Stampa PDF

L'avvocato Giuseppe Arnone revoca il difensore di fiducia "perché" spiega in un comunicato "intende autodifendersi e non coinvolgere i colleghi nelle proprie memorie fortemente caratterizzate da sarcasmi ed ironie nei confronti del PM dottor Maggioni e del Procuratore capo Di Natale. Per brevità si allega l’ironico e assai significativo atto che ho depositato stamane con il quale si revocano i difensori e si propongono una serie di argomentazioni certamente inusuali relativamente all’intera vicenda."


ALLEGATO
Revoca dei difensori di fiducia ed altro ancora

Il sottoscritto, al fine di favorire l’attività di codesto Organo Giudiziario, comunica di revocare gli incarichi ai difensori di fiducia e chiede pertanto che si proceda alla nomina di difensore di ufficio.

Motivata la scelta con la decisione di assumere direttamente, mediante memorie ex art. 121 cpp, la propria difesa, assumendo in ordine alla stessa ogni responsabilità, sotto qualsivoglia profilo, e ciò in quanto lo scrivente sceglie, con le proprie memorie, non soltanto di voler dimostrare la propria innocenza, ma soprattutto di dimostrare in che misura  l’operato di chi ha condotto le indagini prima, ( dott. Maggioni), sia stato o caratterizzato da malafede, o da gravissima ed ingiustificabile sciatteria investigativa.

Nonché la determinazione di formulare la richiesta di rinvio a giudizio assunta dal Procuratore della Repubblica Di Natale si presenti come sovversiva in merito a pacifici, costanti, indiscussi orientamenti ed elaborazioni dottrinali e giurisprudenziali maturati quantomeno dall’Unità d’Italia ad oggi. Vedi sul punto, ad esempio, la giurisprudenza sull’attendibilità della persona offesa quanto la medesima viene ad essere scoperta ampiamente e costantemente mendace, persino per sua stessa ammissione. Vedi ancora giurisprudenza relativa alle certificazioni mediche.

Ma questi ed altri gravissimi aspetti verranno sviluppati nelle memorie in corso di elaborazione, la prima delle quali verrà già depositata  oggi , per fornire al Procuratore della Repubblica in persona la possibilità di attrezzarsi per controdedurre. Ma dovrebbe trovare giurisprudenza molto ma molto singolare ed innovativa.

Il sottoscritto, sin d’ora anticipa, che in relazione alle sofferenze inferte al regolare gioco democratico agrigentino durante le elezioni con detta insensata inchiesta, in relazione alle sofferenze inferte agli stretti congiunti dello scrivente con detta insensata inchiesta, il sottoscritto ritiene che sia giusto, equo ed opportuno diffondere e pubblicare le nuove memorie difensive in corsi di elaborazione, affinchè ognuno possa valutare quali siano i provvedimenti da adottarsi in relazione a tutti i protagonisti in ordine alla presente vicenda.

Infine si fa osservare che l’assolutamente anomala ultima iniziativa della Parte Offesa Di Marco mediante il legale avv. Pennica, crea una oggettiva difficoltà all’avv. Riccobene che, su richiesta congiunta del sottoscritto e della signora Di Marco, su iniziativa assunta dalla medesima Di Marco, dopo la remissione della querela,  ha espletato per conto di quest’ultima una prestazione professionale rivolta a diffidare coloro che violavano la privacy della medesima Di Marco in relazione alla rimessa querela e al ripristino di amicali rapporti con l’avv. Arnone. Di tutto ciò vi è ampia traccia sugli organi di informazioni dei primi di ottobre.

Si anticipa sin d’ora che il sottoscritto chiederà che l’udienza di domani del presente processo si svolga non alle ore 10:30, bensì alle ore 12:00, per dare modo al sottoscritto di rientrare da Palermo ove nella primissima mattinata è impegnato in un procedimento di ben altro rilievo. Qualora ciò non fosse possibile sin d’ora evidenzia che le memorie difensive che verranno depositate bastano ed avanzano a tutelare le ragioni assolutorie del sottoscritto.

Tanto si rassegna.