L'Altra Agrigento online

Blog di informazione libera e apartitica

Tuesday, Sep 25th

Ultimo aggiornamento:08:19:23 PM GMT

Tu sei qui: Curiosità San Calogero e la sconfitta dell'Italia su El Pais

San Calogero e la sconfitta dell'Italia su El Pais

E-mail Stampa PDF

La sconfitta dell'Italia nella finale degli europei lascia rimpianti e delusioni tra i tifosi degli Azzurri, viceversa immensa è la gioia tra i "cugini" spagnoli che inneggiano alla "gloria e leggenda" per le meritate tre coppe conquistate in appena 4 anni dalle furie rosse (2008-2010-2012). 

Intanto la notizia battuta dall'Ansa sul blocco della processione di San Calogero qui ad Agrigento per permettere a tutti di vedere la partita, varca i confini nazionali tanto che anche il celebre quotidiano iberico El Pais scrive a chiare lettere: "neanche San Calogero ferma la Spagna" in un articolo del giornalista  Pablo Ordaz.

Ecco il link dell'articolo e di seguito la relativa traduzione.

Nel terzo capitolo, San Calogero ha fallito. Così è chiamato il santo  di Agrigento, una città di 60.000 abitanti sulla costa meridionale della Sicilia. Che, in considerazione della processione del santo e la finale del Campionato Europeo concordato giorno e l'ora, hanno sospeso la processione decidendo di rinviarla in modo che i fedeli non sarebbero nella situazione di dover scegliere di stare davanti alla TV o dietro al SAnto-. Ma la verità è che c'era un altro motivo, forse meno ammissibile. Nel 1982 e 2006, la processione di Agrigento ha ritardato e in entrambi i casi l'Italia ha vinto.

Quindi la situazione era chiara. Per fare provare la loro fortuna in un paese superstizioso per il calcio le cose. Ritardare la processione e poi a piedi dietro a San Calogero tra i felici e riconoscenti fedeli. Ma la terza volta San Calogero ha fallito.

La storia del santo con la polvere da sparo bagnata è utile in quanto, generalmente, la notte era abbastanza noiosa. Generalmente erano le migliaia di fans che hanno partecipato al Circo Massimo, nella speranza di tenere insieme, davanti a un maxischermo dal Comune, la vittoria d'Italia. La spianata è stata una festa. Fino a quando il gioco inizia.

Le migliaia di fan che sono venuti armati di materiale con le vuvuzelas infernali che sono stati annunciati in occasione della Coppa del Mondo in Sud Africa due anni fa, presto si rese conto che neanche l'aiuto di San Calogero è stato ufficiente.

Il team spagnolo ha dominato fin dall'inizio e i fans italiani, che vivono il calcio con passione, ma anche molto ben coscienti, hanno capito subito che sarebbe stato molto difficile battere la Spagna.

Undici e mezza di sera, e data la superiorità in campo vista, non c'era motivo di discutere. Fans italiani e spagnoli che corrono l'ultima birra insieme e visto in televisione la gioia di Torres e la desolazione di Balotelli in amore e di compagnia. Ad Agrigento, infatti, la consegna della coppa a Casillas ha coinciso con l'inizio della processione.