L'Altra Agrigento online

Blog di informazione libera e apartitica

Thursday, Sep 19th

Ultimo aggiornamento:09:00:00 PM GMT

Tu sei qui: APPROFONDIMENTI INCHIESTE A breve prevista un'altra discarica a Monserrato

A breve prevista un'altra discarica a Monserrato

Tratto dal mensile L'Altra Agrigento di Maggio 2009

La “Sicedil” società a responsabilità limitata con sede ad Agrigento fa capo ai fratelli Sodano parenti dell’ex sindaco di Agrigento. L’azienda nasce nel 1991 come impresa di costruzioni e con l’intento di “realizzare nuove iniziative produttive nel territorio meridionale”.

Nel 2004 viene intrapresa la gestione di una discarica per rifiuti inerti di seconda categoria di tipo A che, nel 2007, viene adeguata e convertita in discarica per rifiuti non pericolosi. Una struttura di ultimissima generazione ed eterogenea, capace di smaltire diverse tipologie di rifiuti, avente una capacità ricettiva di mc. 77.000 che è il punto di riferimento per gli operatori e gli intermediari del settore ambientale; la struttura è ubicata in una vecchia cava dismessa in contrada “Zunica” a Monserrato.

La relativa autorizzazione integrata ambientale, con prescrizioni, è stata rilasciata dall’Assessorato regionale del Territorio e dell’Ambiente ed è stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale della regione Siciliana numero 36 del 2007; lo stesso assessorato, col decreto numero 618 del 25 giugno 2008, ha approvato il piano finanziario e la tariffa di smaltimento a favore della ditta “Sicedil” s.r.l. per l’impianto di contrada “Zunica”.

E prossimamente, accanto alla discarica, ne sorgerà un’altra gestita dalla “SoAmbiente”, costola della “Sicedil”; per quest’ultima, il comune di Agrigento, grazie al conferimento nella nuova discarica, “guadagna” 1 euro ogni metro cubo conferito. E’ il risultato di un contratto sottoscritto tra la nuova società e l’Amministrazione comunale. Tale accordo prevede un compenso massimo di 265 mila euro che però devono essere spalmati in servizi alla collettività.