L'Altra Agrigento online

Blog di informazione libera e apartitica

Wednesday, Oct 16th

Ultimo aggiornamento:02:38:35 PM GMT

Tu sei qui: RUBRICHE AL CINEMA Al cinema "Il Santo Nero", il film su San Calogero dedicato all'immigrazione

Al cinema "Il Santo Nero", il film su San Calogero dedicato all'immigrazione

E-mail Stampa PDF

Sarà presentato giovedì prossimo, primo marzo, alle 20.30 al cinema “Concordia” di Agrigento il film-documentario “Il Santo Nero”, realizzato dalla “Demetra produzioni” per la regia di Antonio Bellia e le musiche curate con maestria dall’agrigentino, Lello Analfino.

Proprio Lello, giovedì mattina, alle 10.30 al cafè Girasole di via Atenea, presenterà il film-documentario agli agrigentini con una conferenza stampa. Il film è stato girato  tra Agrigento, Porto Empedocle e Lampedusa, in tre mesi,  da aprile a giugno 2011, proprio quando migliaia di extracomunitari sbarcavano sulla più grande delle Pelagie e ad Agrigento si preparava la festa per San Calò, quell’uomo sbarcato come le migliaia di clandestini che arrivano sulle coste siciliane.

Protagonisti della storia sono  Francis e Mirelle, due giovani africani arrivati sulle coste siciliane in fuga dai soprusi e dalle persecuzioni della dittatura del Congo e che hanno deciso  di stare ad Agrigento, frontiera liquida del mediterraneo. Il film è stato realizzato dalla con il contributo della “film commission” della Regione siciliana e della coproduzione della “Giano produzioni” di David Riondino”.

Ecco in anteprima alcune anticipazioni sul film: "Nei giorni dei festeggiamenti di San Calogero accade qualcosa di irrazionale. La gente che vive con indifferenza e spesso con intolleranza la presenza degli immigrati, venera quel santo venuto da Cartagine, quell’ uomo sbarcato come le migliaia di clandestini che arrivano sulle coste siciliane. Ciò ha colpito la nostra curiosità ci ha spinti a indagare la conflittualità che sta dietro questo processo. Da un lato l’incapacità di vedere l’uomo che è diventato santo, dall’altro una folla di fedeli che venerano il santo in modo spettacolare, c’è una società che rifiuta il diverso, ma ipocritamente e spettacolarmente lo venera.

Francis e Mirelle, due giovani africani arrivati sulle coste siciliane in fuga dai soprusi e dalle persecuzioni della dittatura del Congo, si sono stabiliti ad Agrigento, frontiera liquida del mediterraneo. Nei giorni dei festeggiamenti di San Calogero, nella piccola cittadina, accade qualcosa di irrazionale. La gente che vive con indifferenza la presenza degli immigrati, venera quel santo venuto da Cartagine, quell’uomo sbarcato come le migliaia di clandestini che arrivano sulle coste siciliane.
Seguiamo i due giovani protagonisti attraverso un racconto drammatico e sensuale, che mette in risalto, partendo dall’esperienza personale, i temi universali dell'integrazione e dei diritti dell'Uomo... Tutto si fonde metaforicamente nella catarsi pagana/religiosa che celebra San Calogero, il santo nero, venerato da secoli dal popolo degli Agrigentini. I due protagonisti Mirelle e Francis incarnano la parabola del Santo".

Durata 76’ formato HD
Regia: Antonio Bellia
Scritto da: Antonio Bellia e Davide Ficarra
Fotografia: Tarek  Ben Abdallah
Suono: Mirko Cangiamila
Montaggio: Giacobbe Gamberini
Prodotto da: Demetra produzioni-  Film Commission Sicilia e con la partecipazione  di Giano produzioni