L'Altra Agrigento online

Blog di informazione libera e apartitica

Sunday, Sep 15th

Ultimo aggiornamento:09:00:00 PM GMT

Tu sei qui: POLITICA REGIONALE Arnone a Bersani: "indovinelli su collusioni mafiose nel PD di Enna"

Arnone a Bersani: "indovinelli su collusioni mafiose nel PD di Enna"

E-mail Stampa PDF

Il consigliere comunale Giuseppe Arnone presente ieri a Palermo alla manifestazione regionale del Partito Democratico, ha distribuito ai presenti mille copie di un documento contenente quindici domande a Pierluigi Bersani. Lo stesso ha fatto arrivare, fuori il teatro Zappalà, anche un posterbus (clicca qui per vederlo ingrandito)


"Anche le questioni del degrado del Partito Democratico di Agrigento" scrive Arnone, "delle collusioni mafiose che riguardano il PD di Enna, la decisione di non tenere le primarie ad Agrigento e appaltare il candidato sindaco a Di Mauro, le dichiarazioni del pentito Di Gati e del vicequestore Attilio Brucato relative all’on. Capodicasa, sono state ieri ben presenti e al centro dell’attenzione del segretario Bersani e di tutti i partecipanti alla iniziativa tenutasi a Palermo, al teatro Zappalà".

“Dopo la distribuzione di 1.000 copie del documento"
dice Arnone "contenente 15 domande a Bersani sulla questione morale e l’inquinamento mafioso nel PD siciliano, distribuzione avvenuta appunto ieri ai partecipanti all’iniziativa di Bersani al teatro Zappalà, nessuno può più dire di non sapere. Neanche Bersani.

Soprattutto Bersani, che ha pure trovato innanzi al teatro il bellissimo posterbus, cioè il manifesto di 6 metri per 3 metri, ambulante sul camion, ove appunto tutte queste questioni, a partire da quelle della mancata apertura del tesseramento ad Agrigento città negli anni 2011 e 2012, venivano poste.

E mi ha anche riempito di piacere – e ciò deve far riflettere, innanzitutto Bersani – il grande sostegno e il caloroso appoggio manifestatomi da moltissime persone, quando hanno letto il posterbus e il documento – volantone.”

E, a conferma di quanto sia grande il degrado nella politica agrigentina, Capodicasa, Di Mauro e Cimino si preparano a estendere, probabilmente unico caso in Italia, l’alleanza per l’elezione del sindaco addirittura al PDL di Alfano e al PID di Saverio Romano.

Molto riuscita l’iniziativa di Arnone di ieri a Palermo, dopo alcuni iniziali problemi, perfettamente superati, in considerazione della grande professionalità e cortesia degli esponenti della Polizia palermitana, Arnone ha potuto esporre all’entrata del teatro i contenuti che qui di seguito si riportano, stampati nel manifesto del posterbus, nonché distribuire i relativi volantoni, che pure si allegano.

Da parte di molti partecipanti, come già accennato, è emersa la piena condivisione della battaglia di moralizzazione e pulizia, condotta da Arnone e dai suoi amici all’interno del PD siciliano.

Tra i presenti, visibilmente infastiditi e imbarazzati, i principali bersagli delle critiche e delle mie denunzie relative al malaffare all’interno del PD, cioè l’on. Vladimiro Crisafulli, che ha preferito non entrare neppure nella sala, ma rimanere di fronte al bar per tutto il tempo dell’iniziativa, nonché gli onorevoli Capodicasa e Di Benedetto, che hanno fatto una fugace comparsata sul finire dell’evento.

Non solo, ma ho deciso di inviare copia del documento distribuito ieri a tutti i parlamentari nazionali del Partito Democratico, affinchè abbiano chiaro ciò che avviene ad Agrigento e in Sicilia".
Clicca qui per leggere il volantone distribuito da Arnone ai presenti.