L'Altra Agrigento online

Blog di informazione libera e apartitica

Tuesday, Mar 26th

Ultimo aggiornamento:08:02:33 AM GMT

Tu sei qui: APPROFONDIMENTI SPECIALI San Leone, condotta idrica, Eccelso: "pezzi di tubatura in spiaggia" (FOTO)

San Leone, condotta idrica, Eccelso: "pezzi di tubatura in spiaggia" (FOTO)

E-mail Stampa PDF

"Quanto rinvenuto da alcuni cittadini ieri sulle spiagge san leonine conferma tutto ciò che quest’estate era stato denunciato nell’indagine poi consegnata alla Procura della Repubblica con cui avevamo dimostrato, con la collaborazione professionale della ditta Geonautics e dei fratelli Lopez, la deprecabile situazione della “nuova” condotta detta ex padri vocazionisti costata, lo ricordiamo, quasi 3.000.000,00 euro, che scarica i liquami fognari nel mare di San Leone spostandoli a circa 2800 m dalla riva". La dirigente dell'Italia dei Valori, Ausilia Eccelso, attraverso una nota stampa, rende noto di alcuni ritrovamenti sospetti nelle spiagge di San Leone.


"Con le copiose prove si era ampiamente dimostrato lo stato disastroso della tubatura che, lungi dall’assomigliare lontanamente a ciò che avrebbe dovuto giacere nel fondo a due anni dalla sua collocazione evidenziava un lavoro fatto con pressapochismo e senza alcuna competenza tecnica in merito.

Oggi, con i nuovi pezzi di tubatura spiaggiatisi all’altezza della prima spiaggia e a Cannatello si è dimostrato ulteriormente, chissà ce ne fosse stato bisogno, che gli agrigentini sono stati ingannati ancora una volta e continuano ad esserlo.

Ed è proprio per questa ragione che a questo punto si chiede l’intervento diretto della Capitaneria di Porto o della Guardia di Finanza che con il nucleo sommozzatori vada a controllare qual è la reale situazione della condotta – che in verità noi conosciamo benissimo – e che soprattutto ne riscontri la congruità con quanto dichiarato in progetto che, siamo sicuri, loro avranno più fortuna a farsi consegnare visto che, ancora ad oggi, e dopo due diverse richieste ufficiali, l’Ato Idrico si è rifiutato di produrre in copia quasi fosse un segreto di Stato e non una struttura di pubblica utilità.

Sicuri, ahimè, che anche quest’anno i cittadini dovranno emigrare in altri lidi pur di fare il bagno in acque decenti, giacchè difficile appare l’ultimazione di qualsivoglia depuratore (in qualsiasi luogo esso verrà realizzato), confidiamo quantomeno a che questi possano avere in tempi brevi risposte su questo scempio da chi è abilitato a darne e cioè o da Girgenti Acque o dall’Autorità competente.
Prego astenersi avvocati di “parte”.

PER VEDERE LE ALTRE IMMAGINI CLICCA SU "SUCC" OPPURE "PREC" IN ALTO SOTTO LA FOTO.