L'Altra Agrigento online

Blog di informazione libera e apartitica

Tuesday, Sep 17th

Ultimo aggiornamento:09:00:00 PM GMT

Tu sei qui: APPROFONDIMENTI SPECIALI Nuove tariffe Girgenti Acque, la tesi di Arnone, la risposta di Eccelso

Nuove tariffe Girgenti Acque, la tesi di Arnone, la risposta di Eccelso

E-mail Stampa PDF

Il consigliere comunale Giuseppe Arnone a proposito dei costi idrici ha diramato una nota stampa dove spiega nei dettagli come, secondo lui, si potrebbe risparmiare con le nuove tariffe proposte da Girgenti Acque. Di seguito ecco gli esempi di Arnone:


Tariffe in vigore attualmente, decise dal sindaco Piazza il 20 aprile 2007, e mantenute in vigore dal sindaco Zambuto.
da 0 a 70 mc     1,12 + 0,11 + 0,32, pari a 1,55 €/mc
da 70 a 100 mc     1,44 + 0,11 + 0,32, pari a 1,87 €/mc
oltre 100 mc     1,92 + 0,11 + 0,32, pari a 2,35 €/mc

Tariffe proposte da Girgenti Acque, e in corso di approvazione
da 0 a 80 mc     0,448 + 0,11 + 0,546, pari a 1,098 €/mc
da 80 a 120    mc    0,582 + 0,11 + 0,546, pari a 1,196 €/mc
da 120 a 160 mc    1,3984 + 0,11 + 0,546, pari a 2,0544 €/mc
oltre 160 mc    2,1395 + 0,11 + 0,546, pari a 2,7955 €/mc

Il canone oggi è, a regime, di due entità (Regolamento Comunale attuale):
2 €/mese, pari a 24 €/anno, quale quota fissa manutenzione ordinaria e straordinaria acquedotto;
2€/ mese, pari a 24 €/anno, quale quota fissa per nolo contatore
La quota fissa, dunque, è oggi complessivamente pari a 48 euro annui
Per i soli primi due anni, chi si è installato da sé il contatore non è tenuto il nolo contatore non viene pagato da.

La quota fissa per le utenze residenziali, secondo il nuovo Regolamento, sarà complessivamente pari a 50€ annui.
TARIFFE ATTUALMENTE VIGENTI
Una famiglia di tre persone, consuma, per media aritmetica, nella città di Agrigento, una quantità d’acqua pari a 128 mc
Per tale consumo, attualmente paga:
70 mc * 1,55 €/mc = 108,50
30 mc * 1,87 €/mc = 56,10
28 mc * 2,35 €/mc = 65,80
Per consumo medio (128 mc), la famiglia da tre persone attualmente paga una cifra di € 231,30, oltre il canone (48,00 €), per un totale di € 279,30

IPOTESI NUOVE TARIFFE
80 mc * 1,098 €/mc = 87,84
40 mc * 1,196 €/mc = 47,84
8 mc    * 2,0544 €/mc = 16,4352

Sempre per consumo medio (128 mc), la famiglia da tre persone, con le NUOVE TARIFFE PROPOSTE, pagherà una cifra di € 152,11, oltre il canone (50,00 €), per un totale di € 202,11, con un risparmio del 28% circa.

Quindi, la famiglia di tre persone, tariffa residente (prima casa), secondo le tariffe di Piazza e di Zambuto, paga ogni anno circa 279,30 euro.
Con la tariffa proposta, quando approvata, verrebbe a pagare all’ATO idrico un importo pari a 202,11 euro, con un risparmio pari al 28% circa.

Non solo, ma Girgenti Acque sta applicando la nota Sentenza della Corte Costituzionale, per cui, per capirci, una serie di vie agrigentine, ove le fognature non recapitano in depuratore, non pagheranno la quota di 0,54 €/mc (depurazione). Si tratta, ad esempio, di via Ragazzi del ’99, Quadrivio Spinasanta, Fiume Naro, Giardina Gallotti, larga parte di via Imera, ecc. ecc."

Fin qui la tesi di Arnone, di seguito invece la risposta di Ausilia Eccelso di Idv.

“Sembra che in Italia ormai ci si possa inventare ognuno una propria verità dei fatti. Ma se un fatto è un fatto allora ha una sola verità. Ed in questi giorni i cittadini agrigentini si stanno appunto chiedendo quale sia la verità sulle nuove tariffe proposte da Girgenti Acque.

Sono più alte o sono più basse? Beh, sembra che, a secondo di chi affronti la questione, il risultato cambi. Arnone parla solo delle tariffe dei residenti, omettendo quelle dei non residenti molto ma molto, ma molto più onerose.

Ci si chiederà, beh, non saranno tanti i non residenti, beh, ipotizziamo – quantomeno - tutti coloro i quali, ad esempio, hanno una casa di villeggiatura ad esempio a San Leone, ebbene, immaginiamo che usino quelle abitazioni nel periodo estivo…e quand’è che si consuma molta ma molta più acqua? Ma guarda un po’ proprio in quel periodo li’, dove, dati alla mano - come il buon avvocato -, l’aumento non è del 28% e facciamo pari e patta…, ma è del 67% per una famiglia di 3 persone.

Senza poi parlare del fatto di come un atto dovuto e anzi un sopruso perpetrato fino ad oggi come quello di far pagare la depurazione dove questa non c’è venga fatta passare come un favore. Ma dico è mai possibile che gli agrigentini debbano ancora sopportare tanto? E’ un continuo insulto alla loro intelligenza il persistente stravolgimento che quest’uomo fa della verità.

Ma che si tranquillizzi, certo modo di far politica non appartiene alla sottoscritta che tiene, più che ad occupare ogni spazio televisivo in qualsiasi modo a solo scopo elettorale, ad informare correttamente la cittadinanza sull’ennesimo raggiro che si sta perpetrando ai suoi danni.”