L'Altra Agrigento online

Blog di informazione libera e apartitica

Sunday, Sep 15th

Ultimo aggiornamento:09:00:00 PM GMT

Tu sei qui: APPROFONDIMENTI SPECIALI Giornale svizzero discute di Arnone e operazione Self-Service

Giornale svizzero discute di Arnone e operazione Self-Service

E-mail Stampa PDF

La sconcertante intercettazione tra l’ex capo dell’U.T.C. di Agrigento e un noto consigliere comunale finisce in primo piano su globalist.ch, noto network informativo nazionale.
La notizia, riportata da un numero limitato di testate locali, era stata omessa dalla maggior parte dei siti informativi agrigentini.

Giuseppe Arnone in proposito ha dichiarato: “Apprendiamo che un importante network nazionale ha posto l’accento su questi scandalosi atteggiamenti. La mia costante attività di denunzia politica e giudiziaria sui gravissimi fatti dell’Urbanistica, su complicità e connivenze, con nomi e cognomi, ha storicamente destato antipatie, insulti, minacce.
Il vero scandalo, però, consiste nella oggettiva copertura dei responsabili di quei fatti, consistente nella mancata pubblicazione delle notizie che riguardano quelle intercettazioni, operata da tantissimi organi di stampa agrigentini.

Ringrazio l’ottimo staff di globalist.ch per essersi interessato all’argomento, fornendo anche una pregevole ricostruzione storica della politica locale degli ultimi 20 anni: dal forte interesse di Cosa Nostra che determinò la mia mancata elezione del 1993, alle nostre battaglie per il risanamento morale della città di Agrigento, oggi più attuali che mai.”

Le intercettazioni tra il capo dell’Ufficio Urbanistica e il noto consigliere comunale, storico avversario di Arnone, avvenivano contestualmente alla presentazione di Giuseppe Arnone di un esposto alla Procura della Repubblica, ove si indicavano gravi irregolarità nella gestione di quell’Ufficio comunale, arrivando a chiedere specifici provvedimenti interdittivi nei confronti del funzionario. Ricordiamo che la reazione dei due interlocutori intercettati a quelle attività ispettive, secondo quanto riportato dagli organi di stampa, è la seguente: “è un cornuto nato …  è un cornuto che non ce n’è” “è un cornuto, che si fa” “è un pezzo di cornuto”. E ancora: “Se non ci fosse troppo caldo e non si trattasse di galantuomini, Arnone meriterebbe un bel cappotto di legno”.