L'Altra Agrigento online

Blog di informazione libera e apartitica

Thursday, Sep 19th

Ultimo aggiornamento:09:00:00 PM GMT

Tu sei qui: CRONACA LOCALE Tangenti: 13 arresti tra architetti e professionisti dell'Ufficio Tecnico Comunale di Agrigento

Tangenti: 13 arresti tra architetti e professionisti dell'Ufficio Tecnico Comunale di Agrigento

E-mail Stampa PDF

Tredici ordinanze cautelari sono state emesse dal Gip Alberto Davico su richiesta del Procuratore Ignazio Fonzo e Luca Sciarretta nei confronti di Vigili Urbani, architetti e professionisti vari dell'Ufficio Tecnico Comunale di Agrigento. Le indagini del procuratore della Repubblica Renato Di Natale sono state ordinate alla Squadra Mobile di Agrigento (coordinata dal dottor Alfonso Ladevaia) e dalla Digos (retta dal dottor Carlo Mossuto) con a capo il Questore Dr. Giuseppe Bisogno.


Questi i nomi dei coinvolti:

I provvedimenti sono scattati per Luigi Zicari, 59 anni, di Agrigento, Pietro Vullo, 42 anni, di Agrigento, Roberto Gallo Afflitto, 41 anni, di Agrigento, Salvatore Troisi, 56 anni, di Agrigento, Giuseppe Gallo Carrabba, 55 anni, di Agrigento, Giorgio Parrino, 55 anni, di Agrigento, residente a Favara.

Sottoposti agli arresti domiciliari Giuseppe Gallo, 43 anni, di Agrigento, Alfonso Vullo, 34 anni, di Agrigento, Pasquale Farruggia, 56 anni, di Agrigento, Gerlando Tuttolomondo, 74 anni, nato a Santa Elisabetta, residente ad Agrigento, Emanuele Navarra, 62 anni, di Agrigento. L’obbligo di dimora nel comune di Agrigento è stato applicato nei confronti del Vigile urbano Rosario Troisi, 53 anni, di Agrigento.

Il Gip, infine, ha disposto, previo interrogatorio che si terrà mercoledì 30 novembre 2011, la sospensione dall’esercizio del pubblico ufficio e servizio nei confronti di Sebastiano Di Francesco.

Alle 11 si terrà una conferenza stampa per illustrare nei dettagli l'operazione. Tra le accuse più gravi quella contestata all'architetto Luigi Zicari che in concorso avrebbe intascato tangenti.

Questo nel dettaglio il capo di imputazione così come riportato dal giornale online Agrigentoweb.it: Luigi Zicari, Di Francesco Sebastiano, Vullo Pietro, Gallo Afflitto Roberto: per essersi associati tra loro al fine di porre in essere più delitti di corruzione e di abuso d’ufficio, commettendo, in tempi successivi, numerosi fatti illeciti specifici, agendo tutti consapevolmente e stabilmente fornendo ciascuno un contributo materiale e morale alla consumazione dei reati fine meglio descritti nei capi di imputazione;

segnatamente e tra l’altro: Di Francesco Sebastiano, quale Dirigente dell’U.T.C. del comune di Agrigento: per un verso, procedeva ad assegnare a Zicari Luigi la trattazione esclusiva di numerose pratiche edilizie presentate dagli architetti Vullo Pietro e Gallo Afflitto Roberto, soci nella loro attività professionale dello studio tecnico associato “D.V.G.”, e a consentire allo Zicari l’attività istruttoria dei relativi procedimenti amministrativi, in diversi casi, peraltro, di competenza di altro responsabile del Servizio III, l’architetto Salvatore Pinnisi, e ciò anche in violazione delle disposizioni di servizio da egli stesso adottate in via generale con plurime determinazioni dirigenziali; per altro verso, provvedeva ad emanare, a beneficio dei due predetti professionisti e sulla base delle schede istruttorie formalmente sottoscritte dallo Zicari, ma più volte materialmente compilate dagli stessi Vullo e Gallo Afflitto, i relativi e finali atti amministrativi illegittimi, anche questi in più occasioni materialmente compilati dai predetti due professionisti;

Luigi Zicari, quale funzionario specialista in attività tecniche e di progettazione cat. “D” dell’U.T.C. del comune di Agrigento, asserviva costantemente la funzione pubblica esercitata, per denaro, agli interessi privati degli architetti Vullo Pietro e Gallo Afflitto Roberto, e in particolare, per compiere o avere compiuto atti amministrativi e istruttori palesemente illegittimi, riceveva indebitamente per sé, in più occasioni, somme di denaro di importo variabile consegnate dal Vullo e dal Gallo Afflitto in corrispettivo della trattazione, da parte dello stesso Zicari, di numerose istanze di concessioni e/o autorizzazioni edilizie dai predetti professionisti presentate all’U.T.C. del comune di Agrigento nell’interesse dei loro rispettivi clienti, tra le quali quelle intestate a Condello Gaetana, Carusotto Francesco, De Francisci Francesco, Sicurella Sabrina, Russo Cirillo Rosalia, Russo Cirillo Gerlando, De Michele Granet Domenico e De Michele Granet Rosa Maria, Contino Gaetano, Pitruzzella Carmelo, Zicari Fabrizio, Tuzzolino Lidia, Sicurella Massimiliano;

Vullo Pietro e Gallo Afflitto Roberto, architetti e soci nella loro attività professionale dello studio tecnico associato “D.V.G.”, consegnavano in più occasioni somme di denaro a Luigi Zicari per il compimento, da parte del funzionario comunale, di atti amministrativi e istruttori palesemente illegittimi relativamente alle predette pratiche edilizie, concordavano con lo Zicari e il Di Francesco il contenuto dei progetti e dei relativi atti amministrativi rilasciati dall’U.T.C. del comune di Agrigento, e inoltre predisponevano materialmente all’uopo le schede istruttorie e gli atti amministrativi illegittimi formalmente sottoscritti, rispettivamente, dallo Zicari e dal Di Francesco. In Agrigento, almeno sino al mese di novembre del 2010.