L'Altra Agrigento online

Blog di informazione libera e apartitica

Sunday, Sep 15th

Ultimo aggiornamento:09:00:00 PM GMT

Tu sei qui: APPROFONDIMENTI SPECIALI Arnone appoggia l'assessore Russo: "Manenti colluso e tangentista"

Arnone appoggia l'assessore Russo: "Manenti colluso e tangentista"

E-mail Stampa PDF

“Esprimo pieno appoggio all’assessore regionale Massimo Russo e al presidente Raffaele Lombardo il quale, con grande senso delle istituzioni, sta offrendo piena solidarietà e copertura politica ad uno dei più limpidi e autorevoli uomini di governo della storia della Sicilia democratica". E' un consigliere Arnone a tutto campo quello che è intervenuto oggi attraverso alcuni comunicati stampa su politica regionale, utenze Telecom Italia nel centro storico e disservizi di Girgenti Acque in via Dante.

"Ed è solo una vergogna che coloro che hanno approvato le nomine di uomini come il tangentista e colluso Manenti a capo della sanità pure ad Agrigento, adesso ritengano di poter addirittura censurare Russo, chiedendone le dimissioni.

Il mio plauso a Massimo Russo, per avere nominato ad Agrigento un vero manager e averla liberata da Manenti e da Olivieri,, si concretizzerà con il conferimento della cittadinanza onoraria all’assessore, se gli agrigentini mi vorranno quale sindaco della città. 

Da agrigentino, non posso che proporre pubblicamente la cittadinanza onoraria a Massimo Russo, cittadinanza onoraria che preannunzio come uno dei primi atti che porrò in essere se gli agrigentini mi vorranno come sindaco, per i grandi meriti di questo assessore nell’aver ripulito la Sanità agrigentina, liberandola prima da Giancarlo Manenti e, successivamente, da Salvatore Olivieri.

Ma vi è di più: Russo si è impegnato designando adesso, quale capo della sanità agrigentina, non un uomo di partito, un manager frutto di accordi lottizzatori sul modello centrodestra di Cuffaro, Alfano e Firrarello, bensì un manager di grande qualità, con un elevatissimo profilo morale e un coraggio da pubblico encomio già posto in essere con gesti concreti, quali quelli di revocare un’ampia serie di atti illegittimi, lavorando per il ripristino dell’efficienza e della legalità".

Sempre Arnone a proposito del ripristino di alcune utenze Telecom Italia interrotte a causa del crollo di palazzo Maraventano nel centro storico ha detto: “Accolgo con favore il ripristino delle utenze TELECOM in centro storico, in prossimità dei luoghi del crollo del palazzo Lo Jacono – Maraventano, a seguito del mio intervento pubblico dei giorni scorsi. E sarebbe facile ironizzare sulla coincidenza che, secondo l’azienda, ad essere sepolto dalle macerie è stato l’armadietto con le utenze dei vecchietti, mentre era stato possibile ripristinare le utenze dei potenti nel breve giro di qualche ora.”

Ed ancora Arnone su alcuni disservizi idrici in via Dante ha scritto a Girgenti Acque per avere chiarimenti in merito. Ecco il testo della lettera: "Segnalazione persistente disservizio relativo alla fornitura idrica del condominio di Via Dante n. 244 – Richiesta di chiarimenti relativamente al presunto annullamento della presa nel tratto in questione da parte di Girgenti Acque.

Al sottoscritto consigliere comunale sono state segnalate da più persone ripetute anomalie ed un persistente disservizio riguardanti la fornitura idrica del condominio ubicato in Agrigento, al civico 244 della Via Dante.
Nella via in questione, in verità, la distribuzione idrica avviene di norma tutti i giorni della settimana ad eccezione della domenica, per tutti i condomini tranne che per quello che qui si attenziona, dove l’acqua viene invece distribuita con cadenza bisettimanale, di norma il lunedì ed il giovedì, e per non più di due ore a turno. Da ultimo, per soprannumero, il condominio di Via Dante 244 ha beneficiato di un solo turno settimanale con il servizio che talvolta è stato aperto in piena notte e sempre per non più di due ore. Il tutto – si ripete – mentre nel resto della Via Dante la distribuzione continua ad avvenire regolarmente con cadenza quotidiana.
Da verifiche operate da alcuni condomini di Via Dante 244 il palazzo, in effetti, da diverso tempo avrebbe smesso di essere servito dalla presa ubicata in questa via in corrispondenza dello stesso stabile e verrebbe invece servito da una presa ubicata nel soprastante Vicolo Finazzi. E ciò in quanto, a memoria degli stessi condomini, poco più di un anno fa codesta Girgenti Acque avrebbe operato un intervento sulla presa ubicata all’altezza di Via Dante 244 determinandosi ad annullare la stessa per eliminare una copiosa perdita d’acqua.
Alla luce di quanto sopra riassunto il sottoscritto
CHIEDE
a codesta Girgenti Acque S.p.A.:
1. di volere fornire chiarimenti in merito al presunto annullamento della presa idrica che serviva il condominio ubicato in Via Dante 244;
2. di voler confermare se, come asserito dai condomini di Via Dante 244, lo stabile sia in atto servito attraverso una presa idrica ubicata in Vicolo Finazzi;
3. di volersi adoperare, in tutti i casi, affinché il condominio ubicato in Via Dante 244 non continui ad essere fortemente penalizzato rispetto agli altri condomini che insistono nella stessa via e che beneficiano di turni quotidiani di distribuzione, mentre il condominio di Via Dante 244 viene approvvigionato solo due volte alla settimana, per non più di un paio di ore a turno e talvolta nel cuore della notte, con tutte le difficoltà ed i disagi che ciò comporta.