L'Altra Agrigento online

Blog di informazione libera e apartitica

Wednesday, Oct 16th

Ultimo aggiornamento:02:38:35 PM GMT

Tu sei qui: POLITICA PROVINCIALE Emergenza Lampedusa, Buscemi propone incontro

Emergenza Lampedusa, Buscemi propone incontro

E-mail Stampa PDF

ll Presidente del Consiglio Raimondo Buscemi proporrà al Sindaco di Lampedusa De Rubeis e ad una rappresentanza dell’Isola un incontro con il Consiglio Provinciale per discutere dell’emergenza dell’Isola.


"Ringrazio De Rubeis
- ha detto Buscemi – per la disponibilità dimostrata e nelle prossime ore mi metterò in contatto con lui per concordare tempi e modi per un incontro.     Il Consiglio Provinciale ha approvato una mozione, il 30 agosto scorso, per programmare una seduta straordinaria che si occupi delle Isole Pelagie. All’inizio la volontà del Consiglio era orientata verso la realizzazione di una seduta straordinaria nell’Isola, per portare la solidarietà agli abitanti, che stanno affrontando una emergenza umanitaria  ed economica che non ha precedenti in Europa e a cui gli abitanti dell’Isola hanno risposto con grande senso di solidarietà e di tolleranza.

Nel corso del dibattito è emersa, però, l’ipotesi, che ritengo più giusta e meno dispendiosa per la collettività, quella di invitare, a spese del Consiglio Provinciale, il Sindaco e il Vice Sindaco, il Presidente del Consiglio Comunale e i Capigruppo consiliari ad una prossima seduta del Consiglio Provinciale da dedicare ai problemi dell’Isola. E’ una soluzione che ha incontrato il gradimento del Sindaco di Lampedusa, come manifestato attraverso gli organini di informazione.

Sarà il momento in cui il sindaco e la rappresentanza dell’Isola potranno presentarci le loro reali necessità, in relazione alle competenze della Provincia Regionale di Agrigento e quelle che dovranno essere inoltrate allo Stato e all’Unione Europea. Come Consiglio Provinciale faremo in modo di inserire le proposte che ci saranno presentate nel Piano Triennale delle Opere Pubbliche e a Novembre, se sarà possibile, proporremo degli emendamenti alle variazioni di bilancio per destinare delle somme in favore dei Lampedusani.

Vogliamo realizzare, quindi, un incontro che non sia un fatto unicamente simbolico perché, non dobbiamo dimenticare che i problemi delle Pelagie riguardano non solo la provincia di Agrigento ma lo Stato e l’Unione Europea che debbono fare la loro parte. Abbiamo però, come Provincia, dei compiti e delle responsabilità nei confronti degli abitanti di Lampedusa a cui non ci vogliamo sottrarre. Primo tra tutti, la competenza sull’edilizia scolastica ed in particolare sul Liceo di Lampedusa chiuso per inagibilità ieri dai Vigili del Fuoco.

Per questo motivo ci faremo promotori di un incontro con l’Assessore Provinciale ai Lavori Pubblici e all’Edilizia Scolastica e con il Dirigente del settore per capire quali siano i percorsi per potere iniziare al meglio il nuovo anno scolastico. Pensiamo che occorra, oltre ad affrontare l’emergenza, inserire nel Piano Triennale delle Opere Pubbliche un progetto che preveda i lavori di ammodernamento dell’Istituto".