L'Altra Agrigento online

Blog di informazione libera e apartitica

Saturday, Jul 21st

Ultimo aggiornamento:08:19:23 PM GMT

Tu sei qui: APPROFONDIMENTI SPECIALI Dati inquinamento allarmanti, Lo Bello, Cgil: "scoprire l'industria colpevole"

Dati inquinamento allarmanti, Lo Bello, Cgil: "scoprire l'industria colpevole"

E-mail Stampa PDF

La segretaria provinciale del sindacato CGIL Mariella Lo Bello di Agrigento ha scritto, attraverso una nota stampa, ai sindaci Zambuto e Firetto per rimarcare i dati dell'inquinamento registrati dalle centraline della Provincia Regionale. Ecco il testo della lettera:
"Poche sono le cose che in questa nostra provincia abbiamo, ma tante quelle che ci verranno tolte per effetto delle finanziarie (nazionali e regionali) che, rincorrendosi, fanno staffetta temporale sommando, nel contempo, quanto ci verrà sottratto.

Tanti gli interventi che tagliando risorse ai Comuni li renderanno sempre più poveri, e con essi i cittadini.
Ma leggere su "La Sicilia" di oggi  i numeri dei giorni di sforamento dei limiti di inquinamento registrati dalle centraline di monitoraggio di Agrigento, Monserrato, Valle dei Templi e Porto Empedocle ci  obbliga a dire che qualcosa, o meglio  tanti "qualcuno", ci stanno togliendo l'aria.

La CGIL, da sempre attenta alle questioni che hanno a che vedere con la vita delle persone, con la sua qualità, con il suo tenore, con i suoi diritti ora negati ora annullati, ora differiti, crede sia utile un confronto per chiedere di conoscere se sono state chieste alle aziende presenti nel territorio quali attività straordinarie ed inquinanti sono state realizzate nei  giorni interessati e quali risposte sono arrivate.

Ma, se nessuna Azienda ha registrato attività straordinarie, allora tutto è ancora più   grave,  e per questo, vanno immediatamente attivate  tutte le procedure per scoprire l'industria fantasma colpevole.

Insomma non vorremmo arrivare alla conclusione, anche questa volta, che è colpa del destino".