L'Altra Agrigento online

Blog di informazione libera e apartitica

Sunday, Sep 15th

Ultimo aggiornamento:09:00:00 PM GMT

Tu sei qui: APPROFONDIMENTI SPECIALI Romanzo Criminale, polemiche sull'ultimo libro di Arnone. Oggi conferenza stampa

Romanzo Criminale, polemiche sull'ultimo libro di Arnone. Oggi conferenza stampa

E-mail Stampa PDF

"Nella storia del futuro sindaco di Agrigento non vi devono essere ombre, sono l’unico politico che accetta, anzi, stimola il confronto e il contraddittorio ed e’ in grado di rispondere a qualsivoglia domanda. Per questa ragione domani mi metto a disposizione per fornire qualsiasi elemento sul contratto con teleacras, che e’ un contratto – e lo dico con forza – che garantisce ai cittadini il massimo di libera e trsparente informazione politica. e cio’ in quanto consente liberamente e tranquillamente a teleacras di dare la parola anche ai soggetti che abitualmente mi diffamano come Aldo Capitano, Calogero Sodano, Carmelo Picarella, Franco Castaldo, Franco Samaritano, Enrico Quattrocchi. Senza questo contratto Teleacras dovrebbe controllare e limitare le diffamazioni di costoro. Grazie al contratto costoro possono parlare liberamente e teleacras non risponde delle loro diffamazioni”. A parlare è il consigliere comunale Giuseppe Arnone che è intervenuto sulle recenti polemiche che lo hanno visto protagonista.
"Coglierò l’occasione"
continua Arnone "per soffermarmi anche sullo stato dell’informazione agrigentina ed in particolare sull’atteggiamento di censura di alcuni siti e di una nota emittente televisiva anche in relazione a importanti eventi oggettivi quali la pubblicazione del libro che riporta i verbali di Di Gati".

Nel corso dell’incontro Arnone commenterà lo scontro avuto col gruppo mafioso facente capo a Lombardozzi e Falsone ed in ordine a vicende giudiziarie, quali la costituzione di parte civile di Arnone contro un uomo di fiducia di Falsone, cioè Vladimiro Gueli, oggi in carcere per reati aggravati da mafia nonché in ordine alla vicenda del grande centro commerciale di Villaseta.

Nel convocare la presente conferenza stampa Arnone sin d’ora "manifesta la sua netta contrarietà in ordine alla ipotesi ventilata da un sito online agrigentino – Grandangolo – secondo cui alcuni parlamentari del PD avrebbero formulato al Presidente della Provincia, D’Orsi, una proposta francamente indecente, quale quella di nominare assessore Emilio Messana e ciò malgrado le gravissime responsabilità penali che gravano su quest’ultimo alla luce della sentenza che ha condannato i suoi complici Gambino e Palermo".

Nel corso della conferenza stampa Arnone è a disposizione dei giornalisti per illustrare le ragioni del veto che intende comunicare al Presidente della Provincia nella certezza che "D’Orsi saprà evitare una simile vergogna".

Si fa presente che alla conferenza stampa sono invitati tutti i giornalisti indistintamente, "in primo luogo quelli che, come Franco Castaldo, Morici ed Elio Di Bella, ritengono opportuni chiarimenti approfondimenti e chiarimenti in relazione a quel contratto".

La conferenza stampa si terrà però con regole precise che consisteranno in tempi europei per domande e risposte e ciò al fine di evitare ciò che è avvenuto alla presentazione del libro, "quando il giornalista Di Bella ha preso la parola per oltre 15 minuti per non formulare alcuna domanda bensì per esprimere sue molto discutibili opinioni che non avevano nulla a che fare con i racconti di Di Gati".

La conferenza stampa in questo caso di aprirà direttamente dando la parola ai giornalisti che avranno un tempo massimo di due minuti per formulare la domanda. Arnone avrà quattro minuti massimo per rispondere a ciascuna domanda, salvo poi, esaurite le domande, proporre le proprie conclusioni.

La conferenza stampa verrà coordinata dalla Sig,ra Graziella Ancona.