L'Altra Agrigento online

Blog di informazione libera e apartitica

Sunday, Sep 15th

Ultimo aggiornamento:09:00:00 PM GMT

Tu sei qui: APPROFONDIMENTI SPECIALI Piazzale Rosselli, Rizzo e Platamone: "Arnone appollaiato pronto a colpire"

Piazzale Rosselli, Rizzo e Platamone: "Arnone appollaiato pronto a colpire"

E-mail Stampa PDF

Ormai è guerra a via di comunicati stampa tra gli ingegneri Rizzo e Platamone e il consigliere comunale Giuseppe Arnone. Qui di seguito la risposta ad un intervento dell'ambientalista del 29 luglio. La risposta dei due professionisti agrigentini.

Riferendoci all’intervento di Arnone del 29 di questo mese sui lavori di Piazzale Rosselli si desidera osservare:

Che un consigliere comunale si occupi delle cose e dei fatti cittadini è certamente cosa buona e giusta, ma che se ne occupi, come fa sistematicamente Arnone, in modo personalistico, strumentale e distruttivo, è molto nocivo per la Città, come è giudicato da gran parte dell’opinione pubblica.

Nei riguardi della denigrazione della mia persona e della mia professionalità, poi, l’Arnone ha raggiunto vertici parossistici e profondamente anormali.

Usa un linguaggio ed una –diciamo- ironia degne del chiacchiericcio di un bar di un piccolo centro dell’entroterra affetto da cronica emigrazione, con argomenti qualunquistici nella forma e nei contenuti, linguaggio privo di ogni fondamento serio, farcito solo di pseudo-giudizi tanto tranciati quanto insussistenti.

Parla di opere in corso di realizzazione senza minimamente conoscere, con tutta evidenza, la forma conclusiva prevista con la loro progettazione, ne parla per ripicca,  per reagire subitaneamente e con stizza ad altro tema –quello dell’impianto depurativo di S. Leone- in cui attraverso Legambiente Agrigento, dopo la sonora sconfitta giudiziaria, ha tirato in ballo argomenti insignificanti ed è stato contrastato in modo da sentirsi in difficoltà,  istiga ad azioni di rivalsa contro il Comune taluni cittadini, ma sopratutto ignora che l’opera in corso di realizzazione è stata esplicitamente approvata all’unanimità dal Consiglio Comunale di cui lui fa parte, senza che abbia avuto niente da ridire, né prima né dopo la seduta di approvazione del Consiglio.

E’ questo il modo di fare seriamente il consigliere comunale?

Come mai l’Arnone sa solo intervenire per sparlare delle persone e non per dare un contributo costruttivo alle cose della Città?

Come mai in questo caso particolare della stazione degli autobus, a lui ben noto per essersene occupato qualche mese fa, non si è curato di vedere il progetto –che avrebbe dovuto conoscere sin dall’approvazione- e, dal suo punto di vista, non ha fatto alcun tempestivo intervento?

Sembra che invece se ne stia appollaiato, pronto a colpire a cose fatte, specie se si tratta dell’ing. Rizzo, che, ossessivamente, è il suo principale se non esclusivo bersaglio denigratorio!

Perché non trova cose più interessanti da fare? Non si rende conto che ha stancato la Città con questi suoi interventi?

Tornando alla stazione, si prega di voler dare un giudizio –sereno- solo quando i lavori saranno completati, considerando comunque che quelli in corso di realizzazione sono relativi solo ad una parte dell’opera progettata nella sua complessità.