L'Altra Agrigento online

Blog di informazione libera e apartitica

Sunday, Sep 15th

Ultimo aggiornamento:09:00:00 PM GMT

Tu sei qui: APPROFONDIMENTI SPECIALI Arnone attacca il progettista di Piazzale Rosselli: "supposte di otto metri"

Arnone attacca il progettista di Piazzale Rosselli: "supposte di otto metri"

E-mail Stampa PDF

“Si tratta di supposte o della zona d’ombra per il ciclope Polifemo? Chiederò spiegazioni a Zambuto e Buscaglia per tale definizione di un progetto nato molto male e continuato ancora peggio”. Il consigliere comunale Giuseppe Arnone interviene sulla nuova copertura di piazzale Rosselli.
"Chiederò conto" dice l'ambientalista "di tutti gli incarichi assegnati negli anni dal Comune all’ing. Rizzo, che tra l’altro è pure il progettista del depuratore del Villaggio Peruzzo.

A cosa servono le “supposte” di 8 metri piantate a piazzale Rosselli, in via del tutto teorica con la finalità di ombreggiare il piazzale? Costituiscono un evidente spreco di pubblico denaro, un sistema per buttare i soldi dalla finestra, creando brutture e disagi.

Sarebbe il caso che qualcuno spiegasse al progettista ingegnere Rizzo e a chi, al Comune di Agrigento, ha sostenuto questo folle progetto, che il ciclope Polifemo, l’unico siciliano alto quasi sette metri, che potrebbe trovare comoda una struttura da otto metri, stava – com’è noto – sull’Etna, e non veniva mai ad Agrigento.
Quindi, questa struttura – nell’ambito di un appalto nato molto male e proseguito ancora peggio – serve solo a buttare quattrini dalla finestra, a fare aumentare le parcelle dell’ing. Rizzo e i guadagni delle imprese.

Non solo, ma si rischia pure contenziosi con l’edificio a fianco, che si trova danneggiato nella visuale e nelle luci da una simile, insensata, struttura.
Sarebbe il caso che il Sindaco si esprimesse in merito, operando pure una ricognizione, ai fini della revoca, di tutti gli incarichi affidati all’ing. Rizzo che, com’è noto, è quello dei disastri dell’impianto di depurazione del Villaggio Peruzzo e delle prime, fatiscenti, condotte sottomarine.

E invitiamo pure l’assessore ai Lavori Pubblici a fare un sopralluogo sull’asfalto del parcheggio, per verificare quelli che appaiono assai anomali avvallamenti, che con le piogge danno luogo a vere e proprie piscine.

Per concludere, infine, sarebbe pure il caso che si prendesse atto delle proteste degli utenti per quanto riguarda gli attuali posteggi dei bus, che la gente cerca disperatamente nei luoghi più disparati senza trovarli, essendo stati collocati fuori dal posteggio".