L'Altra Agrigento online

Blog di informazione libera e apartitica

Wednesday, Oct 23rd

Ultimo aggiornamento:02:38:35 PM GMT

Tu sei qui: APPROFONDIMENTI SPECIALI "Il rigassificatore si farà", secondo l'Enel la Consulta ha dato parere favorevole

"Il rigassificatore si farà", secondo l'Enel la Consulta ha dato parere favorevole

E-mail Stampa PDF

C'e attesa per la decisione del Consiglio di Stato sul ricorso presentato dall'Enel e dal Comune di Porto Empedocle contro lo stop alla realizzazione del rigassificatore deciso dal Tar del Lazio a cui si erano rivolti il Comune di Agrigento, Legambiente Sicilia e altre associazioni.
L'auspicio dell'azienda guidata da Fulvio Conti è una sentenza a favore del piano, che rappresenterebbe un tassello fondamentale per gli approvvigionamenti di gas, vantando una capacità di 8 miliardi di metri cubi all'anno. In ballo c'è un investimento di oltre 800 milioni di euro, con lavori che durerebbero quattro anni e mezzo.

Il piano aveva ottenuto il via libera nell'ottobre del 2009, con l'apposita autorizzazione concordata dalla Regione Siciliana insieme con i ministeri dell'Ambiente e delle Infrastrutture. Il Comune di Agrigento si era opposto insieme ad altre associazioni agendo con un ricorso al Tar del Lazio nel gennaio 2010, chiedendo l'annullamento dell'autorizzazione. Il Tribunale amministrativo accolse qeulal richiesta bloccando di fatto i lavori di costruzione dell'opera.

L'Enel, attraverso Nuove Energie, si oppose facendo ricorso al Consiglio di Stato, che oggi ha emesso la sentenza che potrà conoscersi entro sette giorni.

Secondo il giornale on-line Agrigento Flash, però, la stessa sentenza sarebbe già nelle mani dei legali Enel i quali hanno fatto sapere che il rigassificatore si farà. "Il Consiglio di Stato" scrivono sul quotidiano agrigentino "ha accolto i motivi del ricorso in appello di Enel-Nuove Energie". La conferma direttamente dall’ufficio stampa dell’Enel.