L'Altra Agrigento online

Blog di informazione libera e apartitica

Wednesday, Jun 20th

Ultimo aggiornamento:10:19:41 AM GMT

Tu sei qui: ECONOMIA ITALIA Mangione, Cgil: Manovra finanziaria, pensionati di piombo penalizzati

Mangione, Cgil: Manovra finanziaria, pensionati di piombo penalizzati

E-mail Stampa PDF

"Sistematicamente perseguitati dal fisco, colpiti dagli aumenti periodici delle tariffe, delle bollette, delle benzine e dall’aumento generalizzato del costo della vita". Il sindacalista agrigentino della Cgil Piero Mangione commenta la situazione economica attuale a seguito dell'approvazione della manovra finanziaria 2011.


"Inseguiti sino al pronto soccorso da una sanità sempre più cinica e costosa: sono i lavoratori tipici ed i pensionati di piombo d’Italia.

Infatti, a questi, ancora una volta, il Governo ha negato il diritto alla parità di sacrifici rispetto all’altra Italia che, invece, è stata ulteriormente protetta e coccolata.

Dispiace, in questo contesto, che il Presidente dell’Ordine degli architetti abbia ritenuto doveroso ringraziare pubblicamente l’onorevole Angelino Alfano per l’autorevole intervento, se è vero, da questi svolto per modificare la finanziaria  e scongiurare il rischio di riformare le professioni.

Dispiace ancora di più, se fosse vero, che il Ministro della giustizia abbia ritenuto giusto difendere gli agiati professionisti piuttosto che i pensionati di piombo che sono cosa diversa assai dai pensionati d’oro.

Il sindacato dei pensionati della CGIL venerdì scorso è tornato a manifestare a Roma la domanda di giustizia, rimasta inascoltata dal Governo, ma non si arrende all’idea che pur tenendo ferma la dimensione finanziaria della manovra, non sia possibile una diversa ripartizione dei sacrifici e della partecipazione dei ceti sociali.

A fronte di una  così evidente ingiusta manovra il sindacato dei pensionati della CGIL spera che quelli della CISL e della UIL convengano sulla doverosa identificazione di proposte unitarie da sostenere con manifestazioni unitarie in tutta Italia, a cominciare da Agrigento".