L'Altra Agrigento online

Blog di informazione libera e apartitica

Wednesday, Oct 16th

Ultimo aggiornamento:02:38:35 PM GMT

Tu sei qui: POLITICA DAI COMUNI Comune di Agrigento, un commissario ad acta su ritardi del consuntivo

Comune di Agrigento, un commissario ad acta su ritardi del consuntivo

E-mail Stampa PDF

Altri articoli del nuovo regolamento della tariffa di igiene ambientale sono stati approvati nel corso della seduta del Consiglio comunale di ieri sera.
Ormai, la proposta di modifica, è quasi giunta alla completa definizione poiché restano da trattare ed approvare gli ultimi quattro articoli. Ieri sera, il presidente Francesco Alfano, dopo aver chiamato all’orario stabilito l’appello, con diciassette presenti e dopo le formalità di inizio seduta, ha aperto i lavori con alcune comunicazioni.

Ha formulato gli auguri, a nome personale e dell’intero Consiglio, al consigliere Ennio Saeva che recentemente è convolato a nozze; successivamente ha comunicato la decisione del consigliere Angelo Principato che, nei giorni scorsi, ha manifestato formalmente di lasciare il gruppo del PID per dichiararsi indipendente; subito dopo ha informato che, con nota recapitata anche alla presidenza, l’assessorato regionale alla funzione pubblica  ha nominato un commissario ad acta con il compito di procedere all’approvazione del consuntivo 2010; il presidente, su tale decisione, ha voluto rammentare che prima del commissariamento, aveva reiteratamente inviato una nota ed un sollecito al Sindaco e al Dirigente di ragioneria per avere contezza sui tempi di approvazione dello strumento finanziario.

Con la nomina del commissario ad acta entro cinque giorni la proposta deve essere inviata al Collegio dei revisori dei conti per il controllo e le valutazioni contabili; successivamente, entro 25 giorni successivi a tale verifica, deve essere sottoposta all’esame del Consiglio comunale per l’approvazione.

Subito dopo le comunicazioni, il presidente Alfano, ha invitato l’aula a riprendere la trattazione del punto relativo al nuovo regolamento della tariffa di igiene ambientale iniziando con la discussione relativa all’articolo 21 che riguarda le sanzioni da applicare; tale articolo è stato votato con 20 voti favorevoli. Subito dopo, si è proceduto a trattare l’ articolo 22 relativo ai mezzi di controllo, che è stato votato all’unanimità così come l’articolo 23 relativo alla tariffa giornaliera di smaltimento.

Approvato anche il successivo articolo 24 che riguarda le manifestazioni e le attività temporanee. Sull’articolo 25, che ha come oggetto gli accertamenti e il recupero della tariffa, si è convenuto di approfondire tale questione rinviando la trattazione a martedì 12 luglio alle ore 19.30. Pertanto, oltre al citato articolo, restano da trattare le modalità applicative in materia di rateizzazione delle somme riferite all’applicazione della TARSU/tariffa di igiene ambientale per le annualità pregresse, i rimborsi ed i conguagli, gli istituti premiali e transattivi con il contenzioso e l’autotutela e le disposizioni transitorie e finali.