L'Altra Agrigento online

Blog di informazione libera e apartitica

Monday, Sep 23rd

Ultimo aggiornamento:09:00:00 PM GMT

Tu sei qui: CRONACA NERA Sterminata una famiglia di Licata, morto anche bambino di tredici anni

Sterminata una famiglia di Licata, morto anche bambino di tredici anni

E-mail Stampa PDF

Si sono trovati davanti ad una vera e propria strage i carabinieri che, avvertiti da una telefonata anonima, questa mattina hanno trovato i cadaveri di tre persone in una villetta rurale tra Butera e contrada Desusino, a pochi chilometri da Gela.

Un'intera famiglia di Licata sterminata con colpi di arma da fuoco. I corpi sono infatti di una donna di 45 anni, del marito di 50 anni e del loro figlio 13enne.

Come si apprende da fonti Ansa, i carabinieri hanno trovato il cadavere della donna e del ragazzo nella casa, mentre il corpo del marito è stato ritrovato nella campagna circostante. L'uomo sarebbe stato ucciso mentre era sul trattore, dopo un inutile tentativo di fuga. Gli investigatori non hanno ancora delle ipotesi precise sulla dinamica dei fatti.

I carabinieri inizialmente avevano scoperto nel casolare solo i corpi della donna e del ragazzo. Successivamente, nel corso di una perlustrazione nelle campagne circostanti, hanno individuato anche il cadavere del capo famiglia che secondo gli investigatori sarebbe stato il vero obiettivo dei sicari.

La dinamica dell’agguato lascia pensare a un vero e proprio raid punitivo. I killer hanno fatto prima irruzione nella casa rurale, uccidendo la madre e il figlio rispettivamente con sei e cinque colpi di pistola. Poi sono andati alla ricerca di Filippo Militano, che stava arando il suo terreno con un trattore. Alla vista dei sicari l’agricoltore forse ha tentato la fuga, ma il mezzo si è ribaltato e l’uomo è stato raggiunto e crivellato di colpi.