L'Altra Agrigento online

Blog di informazione libera e apartitica

Tuesday, Sep 17th

Ultimo aggiornamento:09:00:00 PM GMT

Tu sei qui: POLITICA PROVINCIALE Rigassificatore, Eccelso: "Sindacati e strane alchimie nella terra di Pirandello"

Rigassificatore, Eccelso: "Sindacati e strane alchimie nella terra di Pirandello"

E-mail Stampa PDF

"Che Agrigento fosse unica nel suo genere non vi erano dubbi, ma laboratorio anche di strane alchimie come quella che ha visto la luce ieri mattina in piazza Pirandello non si sarebbe mai creduto. CGIL, CISL, UIL, Confindustria e Confartigianato insieme… beh, magari esporteremo anche questo". Questo il commento di Ausilia Eccelso (Idv) sulla manifestazione per pochi intimi tenuta in piazza Pirandello a favore del rigassificatore dai sindacati agrigentini.

"Che il rigassificatore facesse gola a “certa parte” lo si era capito da tempo" continua la Eccelso, "come già da tempo sapevamo delle strane posizioni dei sindacati. Strane perché ormai, ed anche troppo, si è già spiegato sul fatto che il rigassificatore posti di lavoro - e soprattutto per gli abitanti dell’hinterland -, di certo non ne porterà. E infatti non vale nemmeno la pena di riprendere i consueti e ritriti argomenti che, continuamente e vanamente, i soliti “noti” si ostinato a richiamare per cercare di confutare.

Fortunatamente, come dice qualcuno, i molti sono più intelligenti del più intelligente tra loro. E gli agrigentini, 7000 agrigentini, hanno già chiaro cosa è bene e cosa è male per essi,  tralasciando i Consigli Provinciali e Comunali che si sono sempre espressi contro.

Così come lo sa il Tar se c’è stato qualcosa che non andava in quell’Iter. Ora attendiamo il Consiglio di Stato per la prossima settimana…

Quel che appare strano è questo inspiegabile nervosismo da parte di chi, forte del pieno appoggio di un sindaco riconfermato a furor di popolo che ha fatto del rigassificatore un punto fermo della sua amministrazione oggi, con una manifestazione che si  commenta da sé - sembra che ci sia stato addirittura chi si è preso la briga di contarli i manifestanti (72), molti dei quali provenienti da fuori e, a quanto pare, dipendenti della stessa azienda che dovrà costruirlo il rigassificatore – fa trasparire un’incertezza che fino ad ora non si era vista.

Terra di Pirandello, dove, per vedere chi di dovere schierato con tanta solerzia e clamore contro il malaffare che ha devastato una città, bisogna invece attendere una manifestazione che ha ad oggetto un rigassificatore da costruire sul territorio di un altro comune.
Opera che, ad abundantiam ribadiamo, posti di lavoro sappiamo non ne porterà…, ma invece per qualcun altro ha portato molto, molto di più"
conclude.