L'Altra Agrigento online

Blog di informazione libera e apartitica

Tuesday, Sep 17th

Ultimo aggiornamento:09:00:00 PM GMT

Tu sei qui: APPROFONDIMENTI SPECIALI Elezioni 2011, il punto di vista di Ausilia Eccelso (Idv)

Elezioni 2011, il punto di vista di Ausilia Eccelso (Idv)

E-mail Stampa PDF

Alla fine i cittadini vincono e rispondono. I veri protagonisti sono finalmente loro. Come sempre e normalmente dovrebbe essere. E quando questo accade…beh, sembra quasi l’eccezione.

Il problema è, che in un’Italia sempre più abbandonata a se stessa, tanta gente in piazza per lottare e festeggiare un’elezione di un sindaco non si vedeva da tempo. Come da tempo non si vedevano i giovani. Così tanti giovani.

Merito della rete, quella rete che – a ragione - fa tanto paura alla casta e che ogni giorno, sempre di più, comincia ad essere la vera protagonista del “risveglio” civile di questi Italiani (sì, con la I maiuscola) che vogliono e pretendono gente onesta e vera. Non l’apparato che decide per tutti, ma i partiti che mettono in primo piano l’elettorato, lo ascoltano, e scelgono di seguire quello che ha da dire con le primarie (com’è successo ad esempio a Milano e a Cagliari).

Non è infatti solo Berlusconi ed il Berlusconismo ad avere cambiato antropologicamente (questa volta sì) il modo di pensare degli italiani, rendendo strano quel che prima era normale e viceversa, ma anche la legge elettorale “porcata” che è riuscita ha dare il colpo di grazia ad una politica che ormai è troppo lontana dall’elettorato e dai suoi bisogni per poterli ben capire ed interpretare.

Mi auguro che questo esito possa essere di sprono a tutta la casta affinchè capisca che al centro di tutto c’è il cittadino, che quando è libero di decidere, decide sicuramente meglio di loro.

Bisogna riappropriarsi di questo rapporto perduto, e sembra che la sinistra (“obbligata” da personalità sicuramente forti) questo lo stia cominciando a capire.

La gente - checché ne dica “qualcuno” - non è senza cervello, e sa cosa è meglio per lei. Ora speriamo che questa ondata trasporti intanto anche i referendum, basilari per la nostra democrazia, e che faccia comprendere definitivamente a tutto il centro-sinistra, ed ai nostri cugini del PD in particolare, che uniti si vince, senza bisogno di inciuci vari con alcuno perché quando si è credibili la gente ci premia. E riesce a far eleggere perfino, contro tutti e contro tutto, un magistrato a sindaco di Napoli.

Ausilia Eccelso, Italia dei Valori
(in esclusiva per L'Altra Agrigento online)