L'Altra Agrigento online

Blog di informazione libera e apartitica

Saturday, Sep 21st

Ultimo aggiornamento:09:00:00 PM GMT

Tu sei qui: CULTURA LIBRI E RACCONTI "L'albero dell'Argan (della vita)" di Margherita Arancio

"L'albero dell'Argan (della vita)" di Margherita Arancio

E-mail Stampa PDF

L’albero dell’Argan (l’albero della vita), cresce solo nel Sud del Marocco; un esemplare unico in Italia e forse in Europa si trova nell’orto botanico di Cagliari.

E’ un albero spinoso sempre verde, alto 10 metri, l’Argania spinosa ha dei fiori piccoli a 5 petali e i suoi frutti sono simili alle olive di colore verde, può vivere fino a 400 anni in una regione ai confini con il deserto.

L’ albero della vita ( Argan ) è uno degli alberi più vecchi sulla terra, pare sia comparso 80 milioni di anni fa in Marocco, Ibu Al Baytar un medico arabo ne parla ampiamente nei suoi scritti (1219).

Dai frutti dell’Argania viene estratto un olio da una cooperativa di donne di Essamira , ha un rendimento bassissimo :cinquanta chili di bacche e otto ore di faticosa manodopera producono mezzo litro di olio (più scuro dell’olio di oliva).

L’Argan ha molteplici principi nutritivi per l’organismo e per la pelle , è usato per il viso e il corpo ,per i capelli sechhi (ridona la lucentezza) ,per le unghie fragili ( olio di Argan e succo di limone).Ha importanti proprietà dermatologiche: idrata la pelle ed è anti-ageing (anti età ), mitiga i rossori ed eczemi e accellera la guarigione delle bruciature, è utile anche per le distorsioni e contusioni.

L’ olio di Argan ha il sapore delle nocciole, i Marocchini lo aggiungono a gocce al Cuscus sulla carne e sul pesce (tiene sotto controllo il colesterolo LDL), viene offerto agli ospiti unito alle mandorle e al tè come segno di benvenuto ,dalle popolazioni Berbere.

L’ Argania spinosa cresce vicino al deserto del Marocco e, vista la sua rarità e le numerose proprietà benefiche, nel 1966 è stata dichiarata Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco classificando riserva una zona di 800.000 ettari tra Agadir e Essomira, perché è il solo posto al mondo dove cresce e vegeta spontaneamente.

Di essa si utilizza anche il legno duro e pregiato, le foglie da cui si ricava una fibra tessile detta appunto “fibra di Argan”. L’albero della vita (Argania Sideroxylon) da anche nutrimento alle caprette marocchine, che nonostante le spine riescono a brucare le foglie più gustose.

Margherita Arancio