L'Altra Agrigento online

Blog di informazione libera e apartitica

Tuesday, Sep 17th

Ultimo aggiornamento:09:00:00 PM GMT

Tu sei qui: APPROFONDIMENTI SPECIALI Sos Democrazia contro il caro acqua a Ribera

Sos Democrazia contro il caro acqua a Ribera

E-mail Stampa PDF

"L’Associazione “SOS Democrazia” di Ribera, a seguito delle segnalazioni pervenute da numerosi cittadini, che nei giorni scorsi hanno visto recapitarsi bollette esose dalla Girgenti Acque, società che gestisce il servizio idrico comunale, chiede un intervento urgente del Sindaco di Ribera Carmelo Pace affinché le stesse bollette vengano rimodulate e non si ripetano più episodi del genere, che già nei mesi scorsi hanno dato luogo a numerose proteste e destato preoccupazione ai tanti utenti riberesi". L'associazione riberese protesta contro Girgenti Acque per il protrarsi di richieste di pagamento esose delle bollette.

"E’ assurdo" continua il comunicato "che la Girgenti Acque continui a chiedere il pagamento di bollette sproporzionate, a causa di letture errate dei contatori dell’acqua, come accaduto ad una signora che per la sua abitazione di Seccagrande (Marina di Ribera), nella quale vive solo un paio di mesi all’anno, ha visto recapitarsi una bolletta di 1499,36 € per l’anno 2010, e secondo la quale è impensabile che l’importo addebitato risponda ai reali consumi. Episodi del genere dimostrano che la gestione privata dell’acqua pubblica è una scelta sbagliata.

Invitiamo tutti i cittadini che riscontrassero delle anomalie nelle bollette emesse dalla Girgenti Acque a segnalarlo all’Associazione “SOS Democrazia”, contattandoci all’indirizzo email sosdemocrazia@gmail.com, attraverso Facebook, oppure telefonando al numero 3207220187.

L'acqua è un bene comune e come tale deve essere gestita da enti pubblici, come accadeva fino a qualche anno fa. Anche per questi motivi l’Associazione “SOS Democrazia” sosterrà il referendum del 12 e 13 Giugno affinché i cittadini e le cittadine vadano a votare e scelgano che l'acqua e la sua gestione debbano tornare pubbliche e rimanere fuori dal mercato".