L'Altra Agrigento online

Blog di informazione libera e apartitica

Monday, Oct 21st

Ultimo aggiornamento:02:38:35 PM GMT

Tu sei qui: POLITICA PROVINCIALE Messana, Pd: "rigettato ricorso di Arnone, manipola e nasconde l'evidenza"

Messana, Pd: "rigettato ricorso di Arnone, manipola e nasconde l'evidenza"

E-mail Stampa PDF

"Il Tribunale Civile di Agrigento ha rigettato il ricorso promosso da Arnone Giuseppe, Ancona Graziella e Palmeri Giuseppe, contro il Partito Democratico Siciliano e della Provincia di Agrigento, diretto all’annullamento del tesseramento dell’anno 2009 e alla sospensione, in via cautelare, del congresso. Arnone, Ancona e Palmeri sono stati condannati al pagamento delle spese processuali. ". Questo il contenuto iniziale di un comunicato diffuso dal Segretario Provinciale del Partito Democratico, Emilio Messana.

"Dopo il bombardamento televisivo, le magliette, i poster bus, i manifesti, le iniziative in giro per l’Italia con il carico di fandonie e calunnie, - dichiara il Segretario Provinciale Emilio Messana - cade anche l’opzione giudiziaria della campagna di Arnone contro il Pd di Agrigento e le sue libere determinazioni."

"Il positivo commento diramato da Arnone di una sentenza che gli dà torto - continua Messana - è un maldestro e risibile espediente per manipolare la realtà e nascondere all’opinione pubblica l’evidenza: il ricorso era pretestuoso, non potendo lamentare Arnone alcun pregiudizio imminente e irreparabile dagli atti impugnati.
"E’ la quarta volta che Arnone o chi per lui ricorre in Tribunale contro il Partito Democratico e sistematicamente soccombe.

"Se per lui essere sonoramente sconfitti in Tribunale è motivo di grande soddisfazione - conclude il Segretario Provinciale del Pd di Agrigento - noi, che per ben quattro volte gli abbiamo dato queste emozioni forti, non intendiamo di certo rovinargli la festa."

Inoltre Emilio Messana commenta la notizia del proscioglimento dell'ex sindaco di Siculiana, Giuseppe Sinaguglia e dell'ing. Pasquale Amato: "Il proscioglimento con formula piena del Dott. Giuseppe Sinaguglia e dell’Ing. Pasquale Amato rende giustizia a due uomini, che si sono contraddistinti sempre, sia nel lavoro che nell’impegno politico, per professionalità e correttezza.
Ricordiamo che Sinaguglia, sindaco di Siculiana, all’indomani dell’avviso di garanzia si dimise e di lì a qualche mese vi fu lo scioglimento del consiglio comunale per infiltrazioni mafiose.
L’accertata estraneità ai fatti conforta anche la comunità di Siculiana che aveva eletto Sinaguglia sindaco per il secondo mandato.
Rimane lo scandalo di chi in questi anni ha tirato in ballo Sinaguglia e il suo coinvolgimento in un’indagine, sulla quale il GUP di Palermo ha messo la parola fine, al solo scopo di denigrare la storia di autorevoli dirigenti del Partito Democratico.
Ma il tempo è galantuomo e siamo certi che Peppe Sinaguglia e Pasquale Amato sapranno riprendere il loro impegno nella società con rinnovato vigore ed energia"
.