L'Altra Agrigento online

Blog di informazione libera e apartitica

Monday, Jul 22nd

Ultimo aggiornamento:07:06:37 PM GMT

Tu sei qui: APPROFONDIMENTI INCHIESTE Inquinamento a Monserrato, rilevanti sforamenti a dicembre

Inquinamento a Monserrato, rilevanti sforamenti a dicembre

Ecco i dati del monitoraggio della qualità dell'aria rilevate dalle centraline gestite dalla Provincia per il mese di dicembre 2010. Si tratta dei dati registrati nelle centraline di Agrigento Centro, Monserrato, Agrigento Centro, Agrigento Valle dei Templi, Cammarata (ozono), Canicattì, Lampedusa (ozono), Porto Empedocle.

Il dato, per certi versi è preoccupante perchè queste centraline della Provincia Regionale stanno misurando i cosiddetti PM10, le nocive polveri sottili una miscela di particelle, solide e liquide, dette Pm10 perchè hanno un diametro inferiore ai 10 micron. Proprio per le loro dimensioni possono rimanere sospese nell'aria per lungo tempo, essere inalate tramite la respirazione ed arrivare nei punti più profondi dei nostri polmoni.

A Monserrato, ad esempio, spesso i cittadini hanno lamentato lacrimazione agli occhi o problemi respiratori dopo essere usciti fuori dal balcone di casa, in special modo nelle ore serali. Il dato della Provincia Regionale del 3 e 5 dicembre scorso testimonia che la gente fa bene a preoccuparsi per la propria salute. Vi ricordiamo che il PM10 non è proprio ossigeno puro, perchè è formato da:
· Metalli (Piombo, Cadmio, Zinco, Nichel, Rame)
· Solfati
· Nitrati
· Sabbie
· Ceneri
· Fibre di amianto
· Polveri di cemento e carbone

L'UE, con direttiva 1999/30/CE del 22 aprile 1999 riguardanti le concentrazioni di PM10, ha stabilito la riduzione progressiva del valore limite giornaliero che, entro il 2005, non doveva superare i 50 microgrammi/metrocubo. Fino a tale data erano tollerati valori superiori con il limite di 75 microgr/mc. La stessa direttiva fissa inoltre il valore limite annuale di 40 microgr/mc.

A Monserrato il 3 dicembre si parla di 120 microgr/mc, e poco meno giorno 5 con ben 98 microg./mc di PM10 nell'aria. Nella seguente tabella abbiamo voluto farvi conoscere i livelli di attenzioni della direttiva europea.

Inquinante                                         Livello di attenzione Livello di allarme
biossido di azoto (NO2)                 200 µg/m3                             400 µg/m3
monossido di carbonio (CO)             15 mg/m3                             30 mg/m3
biossido di zolfo (SO2)                   125 µg/m3                            250 µg/m3
ozono (O3)                                   180 mg/m3                           360 mg/m3
PTS                                                90 µg/m3                           180 µg/m3
PM10                                                             50 µg/m3                                     75 µg/m3


E ora questa la situazione, con il riepilogo dei superamenti dei limiti di legge, dei dati prodotti dalle centraline della Provincia Regionale, fate voi stessi i confronti:

DICEMBRE 2010

STAZIONE AGRIGENTO CENTRO
PM10 Giorno 01.12.2010 Media 24h 79.7 μg/m3
PM10 Giorno 23.12.2010 Media 24h 50.3 μg/m3
PM10 Giorno 24.12.2010 Media 24h 65.9 μg/m3

STAZIONE AGRIGENTO_MONSERRATO
PM10 Giorno 01.12.2010 Media 24h   60.9 μg/m3
PM10 Giorno 03.12.2010 Media 24h 120.4 μg/m3
PM10 Giorno 05.12.2010 Media 24h   98.4 μg/m3
PM10 Giorno 10.12.2010 Media 24h   79.9 μg/m3
PM10 Giorno 24.12.2010 Media 24h   57.0 μg/m3

STAZIONE PORTO EMPEDOCLE_UNO
PM10 Giorno 01.12.2010 Media 24h 89.7 μg/m3
PM10 Giorno 07.12.2010 Media 24h 63.4 μg/m3
PM10 Giorno 09.12.2010 Media 24h 52.2 μg/m3
PM10 Giorno 20.12.2010 Media 24h 62.3 μg/m3
PM10 Giorno 24.12.2010 Media 24h 62.2 μg/m3
PM10 Giorno 30.12.2010 Media 24h 52.0 μg/m3

STAZIONE AGRIGENTO VALLE DEI TEMPLI
PM10 Giorno 01.12.2010 Media 24h 66.4 μg/m3
PM10 Giorno 24.12.2010 Media 24h 52.6 μg/m3

STAZIONE CANICATTI’
PM10 Giorno 01.12.2010 Media 24h 60.0. μg/m3

In tutto il 2010 gli sforamenti della media giornaliera sono stati 62 nella città di Porto Empedocle, 28 a Monserrato e 16 ad Agrigento centro. Minori gli sforamenti nelle altre stazioni.

L’Analisi dei dati – ha dichiarato il Presidente della Provincia Eugenio D’Orsi – ci spinge a tenere costantemente sotto controllo la situazione. L’Assessorato all’Ambiente segue, infatti, con la necessaria attenzione la vicenda per tutelare la salute dei cittadini. Abbiamo inoltre, già da tempo, segnalato alle autorità competenti la necessità di maggiori controlli delle emissioni di PM10, tenuto conto del fatto che si sono registrati superamenti dei limiti di legge in almeno una località della provincia. Vogliamo capire se il superamento delle polveri sottili sia in relazione al traffico veicolare oppure è legato all’attività industriale, considerato che l’aumento di Pm 10 è soggetto, non tanto usualmente,  a variazioni durante le ore notturne".

Il Presidente ha assicurato, nel comunicato stampa, un costante controllo della situazione. La gente può stare tranquilla. O forse no.