L'Altra Agrigento online

Blog di informazione libera e apartitica

Wednesday, Jan 23rd

Ultimo aggiornamento:06:35:22 AM GMT

Tu sei qui: POLITICA PROVINCIALE Inquinamento, D'Orsi in difesa di Monserrato e Porto Empedocle

Inquinamento, D'Orsi in difesa di Monserrato e Porto Empedocle

E-mail Stampa PDF

Inquinamento atmosferico a Monserrato e Porto Empedocle, la Provincia Regionale di Agrigento tramite l’Assessorato all’Ambiente oltre alle azioni già intraprese sul campo, per intensificare il controllo sull’inquinamento atmosferico nell’hinterland empedoclino ha richiesto la collaborazione degli altri organi competenti per un controllo a tappeto sulle attività che gravitano nell’area interessata dal fenomeno. Il presidente Eugenio D’Orsi e l’Assessore con delega all’Ambiente Stefano Castellino hanno dato mandato al Direttore del Settore, ing. Bernardo Barone, di mettere in atto, tutte le strategie necessarie per cercare di dare una soluzione definitiva alle problematiche ambientali che affliggono, ormai da diversi anni, il quartiere di Monserrato.

L’assessore Castellino fa sapere che è suo intendimento dare risposte concrete a tutela della salute e salvaguardia dei cittadini e che l’eventuale intervento di altri organi di controllo del territorio non si sostituisce all’attività già condotta dai Funzionari e Tecnici dell’Ente Provincia, svolta di concerto con i Tecnici del Dipartimento Provinciale di Agrigento dell’ A.R.P.A., ma vuole rappresentare un ulteriore contributo alla risoluzione definitiva della questione. All’insegna della massima trasparenza e diffusione al pubblico, precisa l’Assessore Castellino, che già dal mese di gennaio con cadenza mensile i dati rilevati dalle centraline per il rilevamento della qualità dell’aria vengono pubblicati sul sito ufficiale della Provincia oltre ad un riepilogo mensile dei superamenti registrati.

Sulla tutela della salute degli abitanti di Monserrato e Porto Empedocle il Presidente D’Orsi è convinto che, in questo momento è necessaria la piena ed incondizionata collaborazione degli Organi competenti in materia ambientale, eventualmente anche degli Organi Giudiziari di tutela dell’ambiente per la risoluzione della elevata emissione di sostanze inquinanti nell’atmosfera. Occorre soprattutto fare chiarezza sulle eventuali responsabilità civili e penali delle attività che gravitano nell’ hinterland empedoclino o se il fenomeno è legato a condizioni meteorologiche sfavorevoli,  per cui occorre intervenire sul piano operativo dei cicli produttivi in condizioni sfavorevoli meteorologiche.