L'Altra Agrigento online

Blog di informazione libera e apartitica

Saturday, Sep 21st

Ultimo aggiornamento:09:00:00 PM GMT

Tu sei qui: CULTURA APPUNTAMENTI "I Giorni dell'alluvione", mostra fotografica a Porto Empedocle

"I Giorni dell'alluvione", mostra fotografica a Porto Empedocle

A quarant’anni dalla tragedia che segnò non solo urbanisticamente la città di Porto Empedocle, sabato 18 dicembre alle ore 17.00 il sindaco Calogero Firetto inaugurerà ufficialmente presso la scuola media “Rizzo”, la mostra fotografica “I giorni dell’alluvione”.

La sera del 29 settembre 1971, dopo otto ore di pioggia ininterrotta, Porto Empedocle venne sommersa dalle acque e dal fango che spazzarono via gran parte del vecchio centro. Il torrente Spinola s’ingrossò a dismisura uscendo dagli argini, riversando un’enorme quantità d’acqua sulle case a valle, finendo per distruggere tra l’altro il quartiere Forni ed invadendo la piazza Cappadona e via Roma. In quell’occasione circa trecento famiglie rimasero senza casa con danni per svariati miliardi delle vecchie lire.
Di quelle terribili ore che seguirono – spiega il sindaco Calogero Firetto - oggi riproponiamo una drammatica galleria d’immagini in bianco e nero, scattate dai cronisti dell’epoca, Alfonso Verruso e Nino Allegro. “Scatti” che continuano a documentare in tutta la loro cruda realtà, “ I giorni dell’alluvione”, lo sgomento della nostra gente colpita dal disastro  ma anche gli sforzi dei “marinisi” per ripulire dal fango le strade, i magazzini e i negozi. Con questa mostra – continua il sindaco - si vuole ricordare uno dei giorni più bui della nostra Città ma anche testimoniare che quella tragedia non è mai passata nell’oblio”.
In apertura della mostra, organizzata dall’Associazione Culturale “Oltre Vigàta” in collaborazione con la Fondazione Camilleri, è previsto un dibattito cui interverranno tecnici e amministratori comunale dell’epoca tra cui Pasquale Gambino, Filippo Carmina, Giuseppe Milano, Umberto Randisi e Antonino Schembri.
La mostra rimarrà aperta fino al 23 dicembre 2010.