L'Altra Agrigento online

Blog di informazione libera e apartitica

Saturday, Mar 23rd

Ultimo aggiornamento:08:02:33 AM GMT

Tu sei qui: POLITICA PROVINCIALE Ecodomus ed edilizia sostenibile se ne discute alla Provincia

Ecodomus ed edilizia sostenibile se ne discute alla Provincia

E-mail Stampa PDF

Mettere in campo un efficace azione politica per ottenere in tempi rapidi la firma del Decreto per il riconoscimento del Distretto Produttivo Ecodomus per l’edilizia sostenibile: è quanto emerso nell’incontro del Tavolo di concertazione istituito dal Presidente della Provincia Eugenio D’Orsi per affrontare la crisi del comparto edile. “A giorni - dichiara il Consigliere Provinciale Carmelo D’Angelo, Presidente della Commissione Consiliare LL.PP. - sarà portata all’attenzione del Consiglio Provinciale la proposta di un ordine del giorno contenente l’appello all’Assessore Regionale alle Attività Produttive, Marco Venturi, per accelerare le procedure di riconoscimento del Distretto  Ecodomus, iniziativa  che in provincia ha visto l’adesione di 167 aziende, 14 Comuni, numerosi Enti ed Associazioni e naturalmente la Provincia Regionale di Agrigento”.

L’Assessore Provinciale ai Lavori Pubblici, Angelo Biondi, delegato dal Presidente D’Orsi a presiedere il tavolo di concertazione aggiunge: “Ottenere il riconoscimento giuridico dell’istituendo Distretto Ecodomus è un’importante opportunità di sviluppo ed occupazione. Riuscire in una provincia, come la nostra, a mettere in rete un sistema che vede ben 167 imprese pronte a scommettere nel settore innovativo della bioedilizia è di per sé un grande successo. Posso assicurare – continua Biondi - a nome del Presidente D’Orsi, che la Provincia Regionale metterà in campo il suo peso politico affinché l’iniziativa possa giungere a buon fine, convinti che  la cooperazione tra i soggetti coinvolti, l’innovazione, la ricerca e il coordinamento delle eccellenze già presenti nel territorio possano dar vita ad un circolo virtuoso che porti ad un concreto sviluppo nel settore edile.

L’obiettivo è  quello di favorire la riconversione delle nostre imprese in moderne aziende, in modo da rendere competitiva l’intera filiera e combattere la crisi dell’edilizia attraverso risposte che passino dalla ricerca e dall’innovazione tecnologica. In questo percorso – conclude Biondi – siamo confortati dalla verifica degli eccellenti risultati ottenuti dal Metadistretto della Provincia di Treviso e dal Distretto Pugliese per l'edilizia sostenibile, esperienze che si sono rivelate strategiche per fronteggiare la crisi dell'edilizia, oltre che dallo studio presentato da Confindustria sull’efficienza energetica per il raggiungimento, entro il 2020, dell’obbiettivo della green economy imposto dalla Comunità Europea.”.