L'Altra Agrigento online

Blog di informazione libera e apartitica

Monday, Sep 23rd

Ultimo aggiornamento:09:00:00 PM GMT

Tu sei qui: POLITICA PROVINCIALE Ferrovie, disagi per gli studenti pendolari per la tratta Cammarata-Agrigento

Ferrovie, disagi per gli studenti pendolari per la tratta Cammarata-Agrigento

E-mail Stampa PDF

La ottava commissione consiliare della Provincia Regionale di Agrigento ha incontrato stramane nell’aula Giglia i rappresentanti sindacali delle federazioni trasporti di Cisl Nino Stella, della Cgil Angelo Bellanca e Raffaele Campione e della Uil nella persona di Giovanni Manganella. Sul tavolo della discussione il tema dei trasporti ferroviari nella nostra provincia ed i tagli operati da Trenitalia. Presente anche Piero Fattori presidente di Associazione Ferrovie-Kaos.

L’incontro, presieduto da Orazio Guarraci, vice presidente della Commissione “Attività Produttive”, ha visto la presenza dell’assessore ai trasporti Salvatore Tuzzolino e dei componenti la commissione Roberto Gallo, Ignazio Tavormina, Arturo Ripepe e Rosario Marini. Ha presenziato il vice presidente del consiglio Mario Lazzano. Partendo dal disagio causato dai tagli al trasporto ferroviario, la commissione , per voce di Guarraci, ha proposto di realizzare un piano provinciale dei trasporti utilizzando al meglio la ricostituendo “Consulta Provinciale dei Trasporti” che l’assessore Tuzzolino ha garantito di essere in fase di completamento e che quindi verrà prossimamente portata all’esame del Consiglio Provinciale.

Nel corso della riunione sono stati messi in evidenza i gravi disagi che questi tagli stanno causando alla vasta utenza dei pendolari. La commissione, per voce di Arturo Ripepe ha sostenuto che la presenza ad Agrigento dell’Università frequentata da moltissimi giovani, ha aumentato il numero dei pendolari soprattutto nella tratta che corre da Cammarata ad Agrigento e che i tagli creano molti problemi a questi studenti.

I tre sindacalisti hanno informato la Commissione “Attività produttive” sugli aspetti tecnici del problema trasporti, parlando nel dettaglio dei tagli e soprattutto della carenza di automotrici su alcune tratte dove il numero dei treni è insufficiente. In particolare i rappresentanti di Cisl, Cgil ed Uil, hanno sottolineato l’importanza di un aeroporto in provincia, ma realmente collegato ad un equilibrato sistema di trasporti sia su strada che su rotaia.  Fattori si è soffermato sull’importanza della ferrovia per la promozione del territorio sul piano turistico. 
Infine Roberto Gallo ha espresso soddisfazione per il lavoro fatto dall’assessore Tuzzolino sulla riattivazione della Consulta dei trasporti, e che bisogna partire da questa per affrontare le problematiche emerse nel corso di tutte le riunioni.