L'Altra Agrigento online

Blog di informazione libera e apartitica

Monday, Oct 21st

Ultimo aggiornamento:02:38:35 PM GMT

Tu sei qui: POLITICA PROVINCIALE Povertà: i supermercati agrigentini aderiscono alla raccolta del banco alimentare

Povertà: i supermercati agrigentini aderiscono alla raccolta del banco alimentare

E-mail Stampa PDF

E’ stata presentata nella sala “Giglia” del Palazzo della Provincia Regionale di Agrigento la XIV giornata nazionale della colletta alimentare che avrà luogo, anche nella nostra provincia, domani, sabato 27 novembre.

Alla presentazione di questa manifestazione di solidarietà sono arrivati da Palermo il Presidente regionale del Banco Alimentare Nuccio Pilazzo ed il responsabile della Colletta alimentare, Costantino Garraffa. A fare gli onori di casa l’assessore alla solidarietà sociale della Provincia Regionale di Agrigento, Mariano Ragusa, il presidente della IV commissione consiliare “Promozione umana e sociale” Francesco La Porta ed i consiglieri provinciali Roberto Gallo e Ignazio Tavormina.
Scopo della riunione presentare l’iniziativa che vedrà impegnati su scala nazionale oltre 110 mila volontari. Nella nostra provincia numerose sono stati i responsabili di supermercati che hanno dato la piena disponibilità ad ospitare i volontari che cureranno la raccolta, ai quali i cittadini potranno consegnare i generi alimentari destinati al banco.
Gli alimenti raccolti andranno ad integrare quanto la rete del Banco Alimentare fa nel quotidiano combattendo gli sprechi e salvando annualmente ben 70 mila tonnellate di alimenti.
La Provincia Regionale di Agrigento si è messa a disposizione degli organizzatori per collaborare alla riuscita di questa iniziativa di grande spessore sociale specie in questi ultimi anni che ha visto alzarsi la soglia di povertà con la nascita di nuovi poveri.
Il 2010 è stato dichiarato, infatti, l’Anno Europeo della Lotta alla Povertà e all’esclusione sociale con il tema “La povertà alimentare rappresenta oggi il bisogno più diffuso e urgente, proprio perché tocca un aspetto vitale della condizione umana”.
Alla raccolta degli alimenti oltre ai volontari parteciperanno gli iscritti alla Società benefica di San Vincenzo de Paoli.