L'Altra Agrigento online

Blog di informazione libera e apartitica

Wednesday, Oct 16th

Ultimo aggiornamento:02:38:35 PM GMT

Tu sei qui: APPROFONDIMENTI SPECIALI Rigettata una istanza per la ricerca di petrolio in Sicilia. La Regione Siciliana si oppone, successo delle associazioni saccensi

Rigettata una istanza per la ricerca di petrolio in Sicilia. La Regione Siciliana si oppone, successo delle associazioni saccensi

E-mail Stampa PDF

Prima battaglia vinta contro le società petrolifere che vogliono trivellare le nostre coste? Sembra di si, visto che ieri 16 novembre 2010, stando al comunicato dell'associazione L'Altra Sciacca, il Ministero dello Sviluppo Economico ha rigettato un'istanza per la ricerca di idrocarburi in mare effettuata dalla Petroceltric Italia, una delle tante, forse troppe, piccole compagnie petrolifere che aveva dato l'assalto al territorio Siciliano. "Leggiamo nell'articolo del Sole24, che motivo del diniego è stata la ferma opposizione data dalla Regione Siciliana alle trivellazioni nel Mediterraneo"  fanno sapere dalla battagliera associazione saccense con un comunicato. "Questo meritevole impegno della Regione Siciliana" - aggiungono -, "è nato dal lavoro impagabile fatto nel territorio da tante persone e piccole associazioni, L'Altrasciacca in primis, che hanno prima denunciato e poi non hanno piegato la testa di fronte ad una guerra, quella della salvaguardia del nostro territorio, che sembrava persa in partenza a causa della soverchiante potenza degli attori in gioco.
E' una grande lezione morale quella che ne esce fuori, per vincere bisogna combattere.
Ognuno di noi deve prendere coscienza che se le cose vanno male, non bisogna solamente lamentarsi, ma agire.
Ringraziamo quindi tutte le centinaia di persone, giornalisti, politici, istituzioni che hanno reso possibile questo piccolo grande traguardo.
Ovviamente la guerra contro i Signori del petrolio
"  - sottolineano -  "non è ancora finita, decine di permessi di ricerca petrolifera incombono sul nostro territorio, ma il vento è cambiato, gli occhi dell'intera Nazione" - concludono - "sono puntati sulla Sicilia e su Sciacca".