L'Altra Agrigento online

Blog di informazione libera e apartitica

Thursday, Sep 19th

Ultimo aggiornamento:09:00:00 PM GMT

Tu sei qui: APPROFONDIMENTI MAFIA Mafia, Alfano (IdV): “Parole di Conso su 41bis sigillo sulla trattativa Stato-Mafia”

Mafia, Alfano (IdV): “Parole di Conso su 41bis sigillo sulla trattativa Stato-Mafia”

E-mail Stampa PDF

Ieri l’ex ministro della Giustizia Conso ha confermato la copertura istituzionale che fu data alla trattativa tra lo stato e la mafia dal 92 in poi. Evitando il rinnovo di 140 provvedimenti di 41bis all’Ucciardone, Conso dice di aver scongiurato il rischio di nuove stragi, ma di non aver mai intessuto alcuna trattativa. E come si chiama questa? Avrà trattato inconsapevolmente? Conso dice anche di aver maturato questa scelta dopo aver appreso del cambio di strategia imposto da Provenzano a seguito della cattura di Totò Riina, ma non ricorda da chi ha appreso queste notizie e parla di articoli di giornale che in realtà non sono mai esistiti. I conti non tornano”. Lo dice Sonia Alfano, europarlamentare e responsabile nazionale del Dipartimento Antimafia di Italia dei Valori, commentando quanto rivelato dall’ex ministro Conso alla Commissione Parlamentare Antimafia. Giovanni Conso ha detto infatti di aver preso la decisione in solitudine, senza pressioni da parte del suo governo.

Queste sue esternazioni, ad ogni modo - prosegue Alfano - confermano la precisa volontà istituzionale di mandare dei segnali alla mafia: vi tratteremo bene se cesserete le stragi. E così fu, rendendo vana la morte dei tanti innocenti che quella guerra con cosa nostra volevano vincerla e non pareggiarla. Chiedo che adesso Conso spieghi dettagliatamente tutte le dichiarazioni fatte e soprattutto il parziale ritorno di memoria a distanza di anni.In questi ultimi anni molti stanno raccontando fatti di cui erano a conoscenza già nel 1992 - conclude - e sarebbe interessante capire perchè”.