L'Altra Agrigento online

Blog di informazione libera e apartitica

Tuesday, Sep 17th

Ultimo aggiornamento:09:00:00 PM GMT

Tu sei qui: APPROFONDIMENTI INCHIESTE Cosa è un Rigassificatore?

Cosa è un Rigassificatore?

Il rigassificatore è un impianto che trasforma il gas metano da liquido allo stato aeriforme E’ un procedimento di natura fisica e non chimica e dunque un processo semplice, pulito e sicuro; il gas arriva all’impianto mediante navi metaniere ed una volta trasformato nello stato gassoso immesso nelle condutture della rete di distribuzione;

la trasformazione avviene attraverso uno scambio termico con l’acqua di mare in assenza di combustione.
Attualmente, nella nostra regione, il gas metano giunge dall’Algeria, attraverso metanodotti in fase gassosa con una pressione elevata ma, nell’ultimo decennio, il trasporto via nave (metaniere), ha assunto un ruolo sempre più importante per l’abbattimento dei costi; l’impianto deve avere gli stessi standard delle raffinerie con misure di sicurezza elevate e dunque bassa probabilità di incidente.
Nel mondo sono in attività una cinquantina di rigassificatori di cui 24 in Giappone. La Spagna ne ha quattro di cui uno a Barcellona; in Italia se ne prevedono quattro ma, nel nostro Paese, fanno molto discutere e tra i motivi di contrasto l’alto rischio d’incidente.
Probabilmente, tale preoccupazione, scaturisce da ataviche paure di esplosioni, come spesso succede in numerosi film ma fortunatamente, gli incidenti occorsi ai rigassificatori sparsi in tutto il mondo, sono tendenti allo zero e comunque nessuno di rilevanza da catastrofe; non bisogna avere paura anche se esistono dei problemi reali. Intanto l’interesse delle popolazioni ad una informazione obiettiva su una scelta importante per la comunità.
Bisogna mettere da parte i giudizi sul pro o contro e va chiarito il ruolo delle Amministrazioni locali che propongono, da una parte (Agrigento) un’alternativa di sviluppo del nostro territorio basato sul turismo e sull’integrità della Valle dei Templi patrimonio dell’Umanità e dall’altra (Porto Empedocle) la costruzione come evento di opportunità di crescita economica e sociale del territorio. Ora è arrivato il tempo di assumersi la responsabilità di scelte importanti, forse rischiose e in tutto questo a tutti sfugge un dato: nel mondo esistono solo 282 navi metaniere che difficilmente potranno soddisfare le richieste via mare del nostro continente dell’Asia, dell’America e dell’Australia, nel breve e nel medio periodo.
Durante la crisi energetica americana degli anni scorsi, pur in presenza di molti rigassificatori, gli impianti rimasero fermi per la mancanza di mezzi di trasporto del gas.
Ciliegina sulla torta: le metaniere vengono costruite in tre cantieri navali, due in Corea ed uno in Giappone subissati di ordini fino al 2020.