L'Altra Agrigento online

Blog di informazione libera e apartitica

Saturday, Sep 21st

Ultimo aggiornamento:09:00:00 PM GMT

Tu sei qui: APPROFONDIMENTI MAFIA Alfano (IdV) a Roberta Bontate: "Rinneghi pubblicamente la mafiosità di suo padre se vuole riscattarsi"

Alfano (IdV) a Roberta Bontate: "Rinneghi pubblicamente la mafiosità di suo padre se vuole riscattarsi"

E-mail Stampa PDF

Non usa mezzi termini Sonia Alfano, responsabile nazionale del Dipartimento Antimafia di IdV e Presidente dell'Associazione Nazionale Familiari Vittime di Mafia, rivolgendosi a Roberta Bontate, figlia di Giovanni Bontate (fratello di Stefano), che ha denunciato alla stampa di essere stata messa alla gogna per il proprio cognome. Roberta Bontate ha detto a 'La Stampa': 'Non rinnego la mia famiglia, non potrei. Ma rivendico il diritto a vivere una vita normale'.

"Lo stesso fa Provenzano Jr., che ha sempre difeso il diritto di non rinnegare la sua famiglia. Vede -prosegue Sonia Alfano rivolgendosi alla donna- la differenza tra voi e Impastato o Rita Atria, consiste esattamente in questo. Anche loro appartenevano a famiglie mafiose -sottolinea- ma si sono guardati bene dal difendere il proprio albero genealogico infestato da frutti marci, e anzi hanno combattuto contro le proprie origini in virtù di quel senso di giustizia del quale parla lei oggi".

Non ci sta Sonia Alfano, e incalza "rinneghi pubblicamente la mafiosità di suo padre e della sua famiglia, mantenendo un ricordo privato e intimo della figura paterna. Se vuole sinceramente riscattarsi inizi rinunciando a tutti i beni, le proprietà e i frutti delle attività illecite di Giovanni Bontate".

"Chieda scusa ai figli degli eroi veri, abituati a subire, a non chiedere nulla; scenda dal pulpito e torni nell’anonimato fino a quando non troverà il coraggio di rinnegare quel mondo dal quale lei, volente o nolente, proviene" conclude Alfano.