L'Altra Agrigento online

Blog di informazione libera e apartitica

Monday, Sep 23rd

Ultimo aggiornamento:09:00:00 PM GMT

Tu sei qui: POLITICA PROVINCIALE Anche il periodico Ad-Est si unisce alla battaglia contro l'acqua privatizzata

Anche il periodico Ad-Est si unisce alla battaglia contro l'acqua privatizzata

E-mail Stampa PDF

L’Italia dei Valori della provincia di Agrigento continua con la raccolta di firme, iniziata l'uno maggio, per i 3 referendum con i quali si vogliono abolire le tre leggi vergogna: la legge sulla privatizzazione dell’acqua, la legge che permette nuovamente la costruzione di centrali nucleari in Italia e contro il legittimo impedimento.

"La firma di ognuno di questi tre referendum è vitale per la difesa dei nostri diritti" dice la dirigente provinciale Ausilia Eccelso, "l’acqua innanzitutto è un bene al quale non si può dare un valore economico. Essa è infatti un bene di tutti, e come tale deve rimanere pubblica nella proprietà e nella gestione.
Gli Italiani poi avevano già ribadito il loro no al nucleare, ricordando che la storia è magistra vitae (il disastro di Cernobil è ancora vivo nei nostri ricordi) e che il nostro Paese è tra i più ricchi di energie rinnovabili quali il sole, il vento e l’energia geotermica. In tale ottica appare ancora più assurdo questo enorme e pericoloso passo indietro. Ricordiamo  inoltre che uno dei siti individuati per la costruzione di una delle nuove centrali sarà proprio nella nostra provincia e precisamente nel bellissimo territorio di Palma di Montechiaro.
Infine, ma non per importanza, la legge sul legittimo impedimento. Questa è l’ennesima legge scandalosa che permette ad alcuni, solo ed in virtù della carica che occupano , e che già per questo gli offre ampie garanzie, di essere dei cittadini “più uguali” di altri di fronte alla legge. Firmiamo e difendiamoci da queste vergogne"
.

Intanto anche gli "Amici di Ad-Est", il periodico raffadalese diretto da Gaetano Alessi si unisce alla lotta contro l'acqua privatizzata. In proposito Alessi fa sapere che i banchetti per la raccolta firme saranno predisposti "a Raffadali mercoledì 5 maggio al mercato all´aperto lungo via D´Alessandro; sabato 8 maggio dalle 18,00 alle 20,00 in via Porta Palermo; sabato 15 maggio in Piazza Progresso dalle 20,00 alle 23,00. (per firmare serve un documento di identità)" fa sapere Gaetano Alessi che inoltre invita altri comuni ad unirsi alla battaglia contro la privatizzazione: "Invitiamo altri amici che volessere sostenere la battaglia a richiedere all'indirizzo vinlom-2@libero.it i moduli per poter avviare la raccolta firme nei loro paesi. Servono a livello nazionale 700 mila firme, siamo a 250 mila e mancano ancora due mesi..i diritti vanno conquistati". Sempre il comitato "Acqua Bene Comune" fa sapere attraverso un comunicato che i sostenitori del gruppo a Raffadali "sono la Federazione della Sinistra - Sinistra ecologia e Libertà - Ad Est - tra le singole adesioni Aldo Virone capogruppo dell'opposizione a Raffadali - Filippo Plano già presidente del consiglio comunale di Raffadali ed altri..)".