L'Altra Agrigento online

Blog di informazione libera e apartitica

Friday, Sep 20th

Ultimo aggiornamento:09:00:00 PM GMT

Tu sei qui: Home

NOTIZIE DAL MONDO

Iacolino, PdL: "Salvare 930 milioni di euro di fondi comunitari"

E-mail Stampa PDF

“I frequenti richiami del Commissario Ue Affari Regionali, Johannes Hahn alle Regioni ad Obiettivo Convergenza (ex Obiettivo 1) – fra cui la Sicilia -  non sono serviti a nulla”. Lo afferma l’europarlamentare Salvatore Iacolino dopo aver incontrato a Bruxelles il Commissario Ue Hahn con il Segretario nazionale del Pdl Angelino Alfano, il Commissario all’Industria Antonio Tajani e il Capo delegazione del Pdl, Mario Mauro. 

Dopo il mio incontro del 13 luglio scorso con Hahn, la Regione siciliana ha prodotto 7 progetti per infrastrutture strategiche che non rispondono, però, ai requisiti richiesti per la relativa approvazione da parte della Commissione Ue.
La Sicilia che è fanalino di coda sia nell’utilizzo del Fondo Sociale Europeo con il 3,7% di utilizzo che in quello relativo allo Sviluppo Regionale, in questo caso con il 7,7%, rischia di subire un ulteriore impoverimento con una perdita di 930 milioni di euro se entro poche settimane non avrà adeguato le proprie progettualità alle prescrizioni della Commissione per la relativa approvazione durante l’anno in corso.

“Come si possono chiedere –
si chiede Iacolino - allo Stato le risorse per i Fas e alle Istituzioni Europee ulteriori dotazioni finanziarie quando le somme - previste per la Programmazione concordata con le stesse Regioni dalla Commissioni per gli anni 2007/2013 - non vengono utilizzate affatto o lo sono in misura risibile?”

“Non basta, tuttavia, gridare allo sfascio ed alla conclamata  inefficienza della Regione siciliana. Sono pronto - con l’intera delegazione italiana del PPE -  ad assicurare ogni necessario supporto alla Regione siciliana per realizzare quello che oggi appare francamente un traguardo particolarmente lontano: ridefinire prontamente i sette progetti presentati dalla Sicilia per consentirne la relativa approvazione da parte della Commissione UE entro il 2011, limitando la ingiustificabile perdita delle somme assegnate alla parte non coperta dalle progettualità in itinere.

Bisogna guardare in faccia la realtà per scongiurare ulteriori danni alla Sicilia garantendo ogni sforzo per un possibile percorso accelerato alle poche progettualità in essere, sempre che il Presidente Lombardo mostri la reale volontà politica di collaborare con le Istituzioni Europee che attendono un cenno di vitalità della nostra Regione ormai non più rinviabile”, conclude l’On. Iacolino.

I Lions di Agrigento ricordano morti per attentato torri gemelle

E-mail Stampa PDF

Forse non sono in tanti ad avere memoria che i Lions di Agrigento hanno piantato, subito dopo il tragico attentato dell’11 settembre 2001 alle torri di New York, un melograno nei giardini pubblici antistanti il Palazzo del Governo.

Iacolino (PDL-PPE): la vendita online rafforza il mercato illecito delle droghe sintetiche

E-mail Stampa PDF

"L'introduzione ogni settimana di almeno une droga sintetica sul mercato mondiale e' la concreta dimostrazione di come sia difficile monitorare un mercato in continua espansione e far fronte ad un ruolo sempre più forte della criminalità organizzata, anche nel mercato online. L'estrema ricettività del mercato, sopratutto giovanile, e il boom incontrollato di negozi on-line e di tendenza come gli “smart shops” - che propongono l’uso di sostanze legali ma ugualmente pericolose - esigono una migliore capacità investigativa e  di ricerca a livello europeo e un rafforzamento del flusso informativo proveniente dagli Stati membri e dai Paesi terzi, che garantisca un approccio europeo alla problematica”. Lo ha affermato l’europarlamentare e Vice Presidente della Commissione Libertà civili e Giustizia del Parlamento Europeo, on. Salvatore Iacolino partecipando a Bruxelles

Amazzonia in pericolo, firma la petizione di Avaaz

E-mail Stampa PDF

L'Amazzonia è in serio pericolo: una delle due camere del Congresso del Brasile ha deciso di cestinare le leggi che oggi proteggono la foresta. "Se non agiremo immediatamente la gran parte del polmone verde del nostro pianeta potrebbe essere distrutta" dicono dal team di Avaaz, un'organizzazione civica internazionale che promuove l'attivismo su temi quali il cambiamento climatico, i diritti umani, e i conflitti religiosi.

Iacolino: Mandato d’Arresto Europeo misura efficace contro la criminalità transnazionale

E-mail Stampa PDF

Intervenendo durante il dibattito in plenaria a Strasburgo sul Mandato d’Arresto Europeo in presenza del Commissario  europeo per la Giustizia e i Diritti Fondamentali Viviane Reding, il Vicepresidente della Commissione per le libertà civili, la giustizia e gli affari interni, Salvatore Iacolino ha affermato:

Pagina 5 di 17