L'Altra Agrigento online

Blog di informazione libera e apartitica

Monday, Apr 22nd

Ultimo aggiornamento:05:33:07 AM GMT

Tu sei qui: Home

DOSSIER

Scandalo Casta. Un ex-precario pubblica documenti e privilegi dei politici italiani

E-mail Stampa PDF

Scandalo Casta. Dopo avere affibbiato tasse su tasse agli italiani con la scusa del debito pubblico ora la politica trema. Un ex-precario che si firma con uno pseudonimo (spiderTruman) della Camera dei Deputati svela, infatti, i segreti dei politici italiani. Privilegi che neanche gli autori del libro "La Casta" si sognavano di scrivere. In queste ore, infatti, su Facebook è nato un gruppo creato dallo stesso vendicativo precario, a suo dire licenziato dopo 15 anni al servizio di un deputato, dove si mostrano presunti fatti e misfatti, privilegi e soldi guadagnati dai politici italiani. Tutto da verificare, per carità. Ma il gruppo Facebook conta già qualcosa come 160 mila contatti.

Dossier Ospedale Psichiatrico, ripercorriamo quegli anni bui della storia agrigentina. Quarta parte

E-mail Stampa PDF

Infine un articolo del 19 gennaio 1997 che racconta come Radio Concordia e l'Amico del Popolo furono protagonisti, in positivo, di quella vicenda immane.

Dossier Ospedale Psichiatrico, ripercorriamo quegli anni bui della storia agrigentina. Terza parte

E-mail Stampa PDF

Il giorno dopo ed esattamente il 19 gennaio 1997 i giornali pubblicano la requisitoria del pm Giuseppe Bianco, una galleria degli orrori descritta nei dettagli nel primo processo per lo scandalo dell'ospedale psichiatrico cittadino.

Dossier Ospedale Psichiatrico, ripercorriamo quegli anni bui della storia agrigentina. Seconda parte

E-mail Stampa PDF

Il 18 gennaio 1997 è il giorno della requisitoria del processo sul manicomio. Il pm Giuseppe Bianco doveva pronunciarla quel giorno in tribunale nel primo dei due processi per lo scandalo dell'ospedale psichiatrico esploso nel 1983 con la denuncia di ricoverati "tenuti come animali, nudi, luridi, mal nutriti, lavati con getti d'acqua gelida".

Dossier Ospedale Psichiatrico, ripercorriamo quegli anni bui della storia agrigentina. Prima parte

E-mail Stampa PDF

Ecco come viene descritto da un archivio digitale il fu Ospedale psichiatrico di Agrigento: "ha cominciato a funzionare dal 5 ottobre 1931. E' stato costruito su terreni donati da due benestanti agrigentine. Constava di dodici padiglioni e di un "reparto infettivi" ed era dotato di laboratori di falegnameria, per fabbri, calzature, per tutte le esigenze interne, ma anche di cucina e di un forno. Originariamente l'Ospedale ospitò circa quattrocento ricoverati ed ebbe anche una sala radiologica, un laboratorio di analisi, una sala per encelografia. Intorno al 1960 è stato gestito un reparto per minori psichici e praticata anche assistenza extraospedaliera. I direttori che si sono succeduti nel corso del tempo sono stati: il prof. Bernardo Frisco, il dott. De Giacomo (che dirigerà, poi, l'Ospedale psichiatrico di Roma), il prof. Gabriele Tripi (che sarà, poi, direttore a Trapani), il dott. Mario La Loggia sino al 1978, dal 1979 al 1992 il dott. Gerlando Taibi e successivamente i dott. Angelo Mongiovì ed Enrico Scifo (dal 1997 alla chiusura avvenuta nel 1998)".

Pagina 3 di 14