L'Altra Agrigento online

Blog di informazione libera e apartitica

Monday, Sep 23rd

Ultimo aggiornamento:09:00:00 PM GMT

Tu sei qui: Home

Incidente mortale sulla Panoramica dei Templi, muore ragazza di 20 anni

E-mail Stampa PDF

Ennesimo incidente mortale ad Agrigento. La vittima è una ragazza di soli 20 anni, Francesca Alaimo, uccisa da un pensionato di 75 anni alla guida di una Chevrolet Lacetti che stava percorrendo la Panoramica dei Templi.

 

La ragazza alla guida del suo scooter è finita sotto l'auto dell'anziano e trascinata per parecchi metri sotto il mezzo. L'anziano è illeso ma sotto shock, la ragazza è morta qualche ora dopo all'ospedale San Giovanni di Dio.

Anche se sono ancora da stabilire le cause dell'incidente è polemica tra i cittadini e gli utenti di Facebook per gli anziani che si mettono al volante.

Secondo studi statistici, nel 2018 l’Italia sarà il Paese più vecchio d’Europa, con un’aspettativa di vita che sarà di 78 anni per gli uomini e di 84 per le donne.

Al momento non vi è ancora un disegno di legge ad hoc nella riforma del codice della strada in dirittura d’arrivo, ma la discussione appare già viva.
A mettere in guardia sul rischio che comportebbe il mettersi alla guida dopo gli ottanta anni di età sono dati scienfici riguardanti la velocità dei riflessi e la soglia di attenzione, entrambe in forte calo negli anziani. Così i pericoli e con essi gli incidenti si moltiplicherebbero.

Secondo l’attuale codice della strada, oggi si può andare avanti a guidare sino all’infinito. E’ sufficiente rinnovare il documento ogni 5 anni dopo i 50 e ogni 3 dopo i 70.

Proprio contro tale norma a un convegno della Fondazione per la sicurezza stradale organizzato dall’Ania, l’associazione nazionale tra le imprese assicuratrici, è uscita la proposta di un limite di età.

“Dobbiamo prendere atto che siamo un Paese di vecchi – ha detto Sandro Salvati, presidente della Fondazione – e che le visite mediche per il rinnovo della patente spesso sono solo sulla carta”.

Secondo Salvati, bisogna quindi prendere provvedimenti.

Di diverso avviso, invece, il presidente dell’Auser Michele Mangano, il quale dice che il problema non è l’età. “Non si dovrebbero discriminare le persone in base all’età – sostiene Mangano -. Si dovrebbero attivare meglio i controlli medici. Le visite devono essere fatte in maniera seria e accurata.Mi sa che questo disegno di legge ha soprattutto l’obiettivo di venire incontro alle esigenze delle assicurazioni”.

Dopo l'incidente causato da un anziano sul ponte Morandi che ha causato la morte di due persone, i morti sulle strade causati dagli anziani, specialmente ad Agrigento però aumentano.