L'Altra Agrigento online

Blog di informazione libera e apartitica

Monday, Oct 14th

Ultimo aggiornamento:02:38:35 PM GMT

Tu sei qui: Home

Lettera aperta di Piero Mangione all'assessore Putrone

E-mail Stampa PDF

Il sindacalista Piero Mangione scrive a Giuseppe Putrone, assessore alla solidarietà sociale del Comune di Agrigento. Ecco il testo della missiva: Nel mese di settembre scorso questo sindacato dei pensionati della CGIL ha inaugurato con il “Suo” Assessorato l’avvio di una relazione – concertazione sui temi dell’assistenza domiciliare integrata, sulle relazioni contrattuali tra badanti e cittadini non auto sufficienti, sull’azione di contrasto locale alla povertà, al disagio familiare, all’insicurezza e all’esclusione sociale: tutte piaghe che colpiscono la vasta area degli anziani in generale e dei pensionati  con pensioni povere in particolare.

Ma la dinamica degli incontri è stata, traumaticamente, interrotta per via dei fatti che hanno interessato la Magistratura, per l’alternanza dei Dirigenti degli assessorati  ed anche per i frequenti annunci del Sindaco di un imminente rivisitazione di tutta la Giunta.

Stante che i Suoi uffici hanno avuto modo di “riassettarsi” e considerato che il Sindaco pare determinato a coprire solo i tre assessorati vuoti, confermando il resto della Giunta, questo sindacato ritiene che ci siano tutte le condizioni per riattivare relazione e concertazione in ragione del fatto non secondario che il progressivo peggioramento delle condizioni di vita di tante persone e famiglie è aumentato rendendo più acuta la questione sociale in Agrigento.

Si chiede, quindi, un incontro con Ella e con il Suo staff per fare il punto su come i piani di zona precedenti e quello ultimo validato si siano tradotti in risposta alla domanda territoriale degli anziani di cui alla 328, che ha ottenuto, come Ella sa, come distretto socio sanitario agrigentino per il triennio 2010/2011/2012  la cifra di tre milioni e 795 mila euro di finanziamento.

La si vuole incontrare per vedere come tradurre in fatto la costituzione della Consulta comunale degli Anziani, già operativa in altri comuni.
Serve a questo sindacato sapere quanta parte del bilancio comunale, di questi anni di amministrazione Zambuto, è stata assegnata alle politiche sociali, quali progetti nell’ambito del Piano strategico di Agrigento riguardano anziani e pensioni povere.

Ad ogni buon conto appresso sono sintetizzati i punti di una piattaforma-programma di lavoro per un confronto di merito sulle cose.
Costituzione di centri diurni di aggregazione nei quartieri, servizio di tele soccorso, di teleassistenza, trasporto urbano ordinario e disabili, ecc.